Resta in contatto

News

Grifo, per la B sulle orme di Cremonese e Novara

La sfida tra Perugia e Padova ha dei precedenti: tre campionati di Lega Pro decisi all’ultima giornata, due vinti da chi partiva capolista

Un campionato combattuto e dall’esito incerto fino alla fine. In molti degli addetti ai lavori, tra tecnici e giocatori, fin dalle prime battute di questa stagione hanno raccontato di aspettarsi una situazione simile al vertice. Così domenica il Padova all’Euganeo contro la Sambenedettese e il Perugia ospite della FeralpiSalò si giocheranno l’ultimo dei tre pass per l’accesso diretto alla Serie B.

Dal 2014-2015, stagione in cui dalla divisione in C1 e C2 si è tornati alla Lega Pro, non sono mancati casi di campionati decisi all’ultima giornata. Le tre volte in cui è capitato riguardano esclusivamente il girone A. Con la bagarre tra Grifo e Padova è quindi la prima volta che il girone B viene deciso al fotofinish. I tifosi biancorossi si augurano che la squadra di Caserta possa fare come la Cremonese ed il Novara. Il club piemontese nel 2014-2015 arrivò a giocarsi la promozione diretta all’ultima giornata appaiato al Bassano Virtus ma con il vantaggio degli scontri diretti. I veneti vinsero a Salò per 3-1 ma, considerata anche la vittoria del Novara al Silvio Piola per 1-0 contro il Lumezzane con gol di Corazza, i tre punti non furono sufficienti per completare la rimonta. Novara e Bassano Virtus a quota 74 con i piemontesi in B. Due anni più tardi, nel 2016-2017, a giocarsi il titolo furono Cremonese e Alessandria. La squadra lombarda guidata dall’ex Grifo Attilio Tesser aveva il vantaggio negli scontri diretti e vincendo 3-2 in casa della Racing Roma grazie alla rete di Scarsella a tre minuti dal termine rese inutile il successo per 2-1 dei contendenti piemontesi al titolo in casa del Pontedera. Cremonese ed Alessandria finirono il campionato appaiate a 78, con i primi che ottennero la promozione diretta. L’ultima stagione in cui il campionato fu deciso all’ultima giornata risale a due anni fa, quando il Siena, che poteva solo migliorare la propria classifica in ottica play off, già ampiamente conquistati, giocò un brutto scherzo al Piacenza. In Emilia-Romagna i padroni di casa, che al fischio d’inizio erano in vetta solitaria con due punti di vantaggio sulla Virtus Entella, persero 2-0 con i toscani. Il club ligure vinse 1-0 in casa di una Carrarese che aveva gli stessi obiettivi del Siena che sconfisse il Piacenza e trovò la Serie B grazie al gol del subentrato acquisto di gennaio Matteo Mancosu all’ottantottesimo.

A Salò i grifoni avranno novanta minuti per fare la storia e provare a portare dalla loro parte il quarto campionato deciso all’ultima giornata negli ultimi sette anni. Moscati e Comotto probabilmente in questi giorni avranno spiegato alla squadra come fare. Nel 2013-2014, quando il campionato ancora si chiamava C1, il Perugia ottenne come molti ricorderanno proprio all’ultima giornata la promozione. Quel quattro maggio il Grifo superò il Frosinone al “Curi”, l’attuale dg era il capitano e Marco Moscati divenne l’eroe della città segnando il gol promozione.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Benvenuti all’inferno di salo’

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News