Resta in contatto

News

Il Grifo dei sette “vendicatori”

Il calcio è bello anche perché ad appena nove mesi dalla disastrosa retrocessione, i reduci Fulignati, Rosi, Sgarbi, Angella, Kouan, Falzerano e Melchiorri avranno l’occasione di riportare subito il Perugia in Serie B

Una partita per coronare una stagione e cancellarne un’altra. Per chi non ha virato verso altri lidi dopo la scorsa fallimentare annata, ma è voluto rimanere anche in Serie C la partita di Salò ha un sapore agrodolce. Culminare con una promozione una stagione iniziata male, in cui la squadra ha dovuto eliminare le scorie della retrocessione prima di scoprirsi forte e con grandi qualità, sarebbe un grande evento nella storia recente del Perugia.

Un Grifo che fino a qualche settimana fa sembrava avesse perso le occasioni per raggiungere il primato, ora si ritrova con il destino tra gli artigli. Un’occasione non banale in una partita non scontata. Andrea Fulignati, Gabriele Angella, Filippo Sgarbi, Aleandro Rosi, Christian Kouan, Marcello Falzerano, Federico Melchiorri. Nomi e cognomi di chi proverà ad abbandonare gli inferi della Lega Pro in cui è sprofondato insieme al Perugia per uscire a rimirar le stelle. Negli allenamenti di questa settimana, nel viaggio in pullman verso la Lombardia, nel riscaldamento. Ai sette vendicatori biancorossi scorreranno davanti agli occhi i ricordi della retrocessione e ne sentiranno forte il dolore. Poi il fischio d’inizio e sarà battaglia: novanta minuti in cui va riconquistata la Serie B persa la scorsa stagione.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Chi ha deciso di restare e sudare per questa maglia merita tutto il rispetto di noi tifosi, avete sofferto per una retrocessione, ma avete lottato per riportare questo grifo in alto.
Rosi, Angella Sgarbi, Melchiorri, kuan, Fulignati Monaco, Falzerano, Moscati GRAZIE.

Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da News