Resta in contatto

News

Grifo, il pagellone di fine anno: Fulignati tra alti e bassi

L’approfondimento sul rendimento dei giocatori biancorossi: il portiere che ha colto l’eredità di Vicario nel finale di stagione ha perso il posto da titolare dopo una serie di errori

Una stagione a due facce. Fulignati, dopo aver giocato una manciata di partite nella scorsa stagione, ha colto ben volentieri l’eredità di Vicario rientrato al Cagliari. Protagonista di prestazioni importanti, nel finale della stagione dopo una serie di errori ha perso il posto da titolare e Minelli ha difeso i pali del Grifo.

I numeri non mentono

Gli errori di un portiere rimangono più facilmente impressi nella memoria rispetto alle parate perché sono quelli che portano a subire gol. Lo sa bene Caserta che, da motivatore nato, ha sempre difeso Fulignati come fa una chioccia con i suoi piccoli. Nelle trenta partite disputate in campionato, sono ben quattordici (quasi la metà) le volte in cui il portiere non ha incassato gol con il record di tre partite consecutive.

Fatal Gubbio

Pesano però anche gli errori: una serie piuttosto importante che ha portato la squadra a perdere terreno nei confronti del Padova fino al crollo di Gubbio dove Fulignati ha sicuramente molte responsabilità. Da là Caserta, con il Perugia in terza posizione dietro anche al Sudtirol, ha deciso di promuovere Minelli al ruolo di titolare. Un finale di stagione da secondo, rispolverato solo nella gara di Supercoppa contro il Como.

VOTO: 6

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da News