Resta in contatto

News

Cosmi lascia il Crotone. Sarà comunque un avversario del Grifo?

L’uomo del Fiume ha comunicato l’addio ufficiale ai pitagorici con un post su Instagram. La Reggina ha ingaggiato Aglietti, il Lecce Baroni. Ed ora?

La notizia che Cosmi non sia più l’allenatore del Crotone intreccia la strada del Grifo in due direzioni. La prima riguarda il futuro di Fabio Caserta, con i pitagorici che ora potranno fare sul serio per occupare con il tecnico calabrese il posto vacante in panchina. Questi saranno giorni caldi e delicati a Perugia, fondamentali per delineare la prossima stagione. Santopadre, Giannitti, Comotto e Caserta vorranno cercare la soluzione migliore per un futuro insieme. Se così non fosse, ecco che l’ex Juve Stabia potrebbe far ritorno nella propria terra seppur a più di 250 km dal suo paese Melito di Porto Salvo.

Ma non solo, Cosmi potrebbe comunque essere uno dei tanti avversari ex Grifo sparsi per la cadetteria. Negli ultimi giorni la testata Il Crotonese aveva profilato l’opportunità di un futuro a Lecce o alla Reggina. Poi i salentini hanno ingaggiato Marco Baroni, i calabresi hanno affidato la panchina ad Alfredo Aglietti. L’unica cosa certa per ora è che il Crotone cerca un allenatore (il presidente Vrenna: “Sentiamo la necessità di rinnovarci assicurando che resteranno immutate passione e determinazione”) e Cosmi cerca una squadra (su Instagram: “Grazie Crotone! Mi mancheranno tante cose di voi”).

 

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
20 giorni fa

Ma come!!! Chiamano Aglietti che non vale un fico e non chiamano Serse??? Il calcio è malato. Non gli basta il vaccino per curasse!!!!

Gagi
Gagi
20 giorni fa

Il pluriesonerato serse cosmi 😂😂😂

Antonio
Antonio
21 giorni fa

Avrai puntato su Bucchi

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News