Resta in contatto

News

Grifo: incontro per Ghion ma spunta Santoro, Cancellotti addio, La Gumina lontano

Le notizie dai quotidiani locali: Paloni al ‘Curi’ per sbloccare lo stallo con il Sassuolo, il terzino al Pescara, nessun accordo per l’attaccante

Alla seduta di allenamento del Perugia di venerdì pomeriggio ha presenziato anche Paolo Paloni, agente di Andrea Ghion che ha incontrato Massimiliano Santopadre e Marco Giannitti per parlare del centrocampista del Sassuolo, per il quale permane la situazione di stallo nella trattativa. A rivelarlo è l’edizione odierne de Il Messaggero. Sia il Sassuolo che il Perugia vorrebbero la titolarità del cartellino del giocatore, da qui la difficoltà nell’individuare una formula che soddisfi tutti per il trasferimento.

Come rivelano Il Crorriere dell’Umbria e Il Messaggero, al Perugia in alternativa piace anche il centrocampista Simone Santoro (25) del Teramo, che è però molto vicino al Brescia. Intanto non trova conferme la notizia di un accordo con la Sampdoria per il centravanti Antonino La Gumina (25). Il Perugia resta tra le pretendenti ma arrivare all’attaccante, dai costi elevatissimi e conteso da una folta concorrenza (Brescia, Pisa, Parma) resta per ora cosa molto difficile nonostante i buoni rapporti. Servirà tempo.

In uscita, infine, dopo il passaggio al Messina a titolo definitivo del guineano classe ‘99 Amara Konate, come spiegano anche La Nazione e Il Corriere dell’ Umbria nel fine settimana sarà ufficializzata la cessione al Pescara di Tommaso Cancellotti.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

O due attaccanti del Cesena, Bortolussi e Caturano, a parer mio buonissimi per la B

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Squadra più debole dell’anno scorso…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Io non avrei tutta sta fretta per la punta. Due anni fa prendemmo Iemmello prima della fine del ritiro tra l’entusiasmo generale e poi sapemo com’è finita. Il calcio non è scienza (purtroppo). La scegliessero bene, anche a costo di dover giocare le prime 3 partite con Murano e Melchiorri davanti. Comunque, vedemo de sfatare anche sto cliché della punta da 3000 gol che serve come il pane: è una frase fatta che si sente da decenni e non sempre vuol dire qualcosa (Iemmello docet… non me frega un cavolo che sia stato un caso un parte sul quale non… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Peccato cancellotti buon giocatore poteva stare in rosa così anche sounas meritava la conferma

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

L’attaccante è una priorità assoluta ma purtroppo arriverà solo a fine mercato.

Valter
Valter
1 mese fa

Mai visto un giocatore così scarso che avrebbe così tanti predendenti…

fabio
fabio
1 mese fa

Per quanto concerne l’attaccante preferirei un giocatore di categoria più costante nell’andare in doppia cifra; non sono economici ovviamente, ma neanche La Gumina lo è. Cancellotti va ceduto senza alcun dubbio: inadeguato per una alta serie C figuriamoci in B. Ghion è un prospetto ma a centrocampo serve esperienza e qualità.

LOCCHI MARCO
LOCCHI MARCO
1 mese fa

Teniamo quelli che abbiamo

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News