Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Perugia-Cremonese 0-0: Chichi “clean” con la super difesa, Lisi sprint

Prestazione solida del Grifo e al Curi il match contro la capolista è finito a reti bianche: Angella batte Ciofani e Di Carmine, il giallo “appesantisce” Burrai: queste le pagelle biancorosse di calciogrifo.it

CHICHIZOLA 6

Volo plastico sull’angolato ma debole colpo di testa di Ciofani (23′). Rimedia in uscita bassa (51′) a un rilancio avventato. Sempre più re dei “clean sheet”: è il numero 11 in stagione.

SGARBI 7

Dentro la gara dal fischio d’inizio di Pezzuto. Non molla di un centimetro il trequarti ospite (Gaetano) e ha pure il coraggio e il piede per costruire qualche pericolo.

ANGELLA 7

Con Ciofani è un duello fra giganti e lo vince ai punti ma con verdetto unanime. Lascia a bocca asciutta anche l’altro ex Di Carmine. Guida (quasi) insostituibile della difesa che ha spento anche il miglior attacco della B.

DELL’ORCO 7

Strapazza Strizzolo (che Pecchia prova poi a dirottare altrove), concede nulla a Baez ed è pulito pure sullo spauracchio Zanimacchia. Chiude con giallo da squalifica un altro match con lo smoking.

FERRARINI 6

Reduce da qualche acciacco, manca un pelo di brillantezza atletica per pungere fino in fondo. Grande applicazione in fase di non possesso.

SEGRE 6.5

Mastice con tenuta sicura. Tackle, sventagliate, cambi di ritmo, profondità nella giocata e richiami all’ordine. Il tutto con lucidità e tempi corretti.

BURRAI 6

Vede il gioco prima di tutti, quando però la Cremonese alza notevolmente i ritmi viene “appesantito” da un cartellino giallo e resta negli spogliatoi.

LISI 7

Tanto sprint tra scorribande, tunnel, colpi di tacco e un tiro sporcato che per un soffio non beffa Carnesecchi (15′). Per un tempo è la fonte primaria biancorossa. Poi la fatica annebbia la ragione.

SANTORO 7

Un tempo a galleggiare dietro la linea mediana grigiorossa, nella ripresa arretra e ha occhi e piedi per interessanti invenzioni. Così il Grifo riprende in mano le operazioni.

MATOS 6

Stavolta il passepartout con cui normalmente apre le difese avversarie lo perde, dopo una scoppiettante partenza, quando la gara si sporca. Non tira mai indietro la gamba e esce fra gli applausi come il partner d’attacco.

DE LUCA 6.5

Non solo centravanti. Pure recuperi difensivi di 50 metri che caricano compagni e pubblico. Si fa letteralmente un mazzo così, anche se difficilmente può sperare in palloni giocabili. Sprigiona pura energia biancorossa. 

KOUAN 6

(dal 46′ per Burrai) Perde troppi tempi di gioco e spreca molto. Più lucido nel finale.

FALZERANO 6

(dal 56′ per Ferrarini) Ingresso pimpante, si fa però prendere troppo in fretta le misure.

OLIVIERI 6

(dall’56’ per Matos) Tosto al punto giusto per far salire la squadra.

BEGHETTO S.V.

(dal 76′ per Lisi) Aggiunge forze fresche alla corsia, soprattutto per evitare guai.

CARRETTA S.V.

(dall’84’ per De Luca) Poco tempo in un match al tramonto.

ALVINI 6.5

Ritorna allo spartito suonato col Frosinone, ma senza acuto iniziale. Riordina le pedine nella ripresa: funziona Santoro in mediana, meno Kouan trequarti. E il D’Urso visto a Cosenza meritava minutaggio.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Furlan mai impegnato, gli attaccanti non riescono a rendersi pericolosi. Iannoni, due errori che potevano...

Una serata da dimenticare in fretta per il numero 1 biancorosso. Buona prestazione di Cancellieri...

Più ombre che luci per Matos e Luperini. Altra prestazione positiva dei due centrocampisti e...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...