Resta in contatto

News

Grifo, puoi fidarti di Alvini. E’ lui il mago delle ‘post season’

alvini derby

Dai quotidiani locali: il tecnico di Fucecchio ha già vinto 3 playoff e 1 playout, la metà delle partecipazioni. E la sua squadra domina sul Brescia nell’esperienza-spareggi: 66 (con 14 vittorie) contro 25

Massimiliano Alvini a questi playoff si avvicina dall’alto di numeri eccezionali, personali e di squadra. Lo scrivono i quotidiani locali, Il Messaggero e La Nazione: appena al secondo anno di B, grazie alla lunga gavetta nei campionati minori è lui, il tecnico di Fucecchio, il mago delle ‘post season’. In carriera le ha affrontate già 8 volte e la sua percentuale di vittoria è altissima: 4, il 50 per 100.

Alla guida del Signa (Promozione toscana) 2001-2002, con il Tuttocuoio (playoff vinto nella Lega Pro 2013-2014, playout vinto nella Seconda Divisione di Lega Pro 2013-2014), infine con la Reggiana (B conquistata ai danni del Potenza e delle corazzate Novara e Bari nella C 2019-2020). Per dire. Eugenio Corini, tecnico navigato del Brescia che sabato aspetta il Perugia, i playoff li ha vissuti una sola volta in carriera, perdendoli con il Lecce 2019-2020.

Ma il bello è che Alvini ha anche una squadra a sua somiglianza, tra le più abituate agli spareggi ‘post season’. Li hanno giocati Chichizola (3 volte con lo Spezia), Ferrarini (li ha vinti un anno fa col Venezia), Falzerano (5 partecipazioni e una vittoria playout a Latina), Sgarbi (3 volte), Rosi (2 volte con una serie A conquistata a Livorno), Angella (1 volta), Dell’Orco (3 volte con 1 promozione, d’ufficio, in maglia Ascoli), Beghetto (in finale playoff col Frosinone), Lisi (5 volte vincendo i playoff nel Pisa in Lega Pro), Burrai (8 volte con 2 vittorie di fila a Latina, 1 nei playout e 1 nei playoff), Segre (3 volte), Kouan, Zanandrea, De Luca e Santoro (tutti 2 volte), D’Urso (3 volte con la vittoria di un playout ad Ascoli), Carretta (3 volte con i playout vinti a Barletta), Matos (1 trionfo nell’unica partecipazione col Verona che sconfisse tra gli altri il Perugia di Nesta nel 2018-2019).

In tutto fanno 66 partecipazioni alle ‘post season’ con 14 vittorie. I giocatori del Brescia, tra cui molti stranieri e molti giovani, per quanto dal ‘pedigree’ di grande livello, ne contano solo 25. E l’unico tra le Rondinelle che può dire di averne vinto uno è Dimitri Bisoli (i playout nel Prato 2012-2013).

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Ah... Introiti milionari fa già ridere così.. 🤣🤣🤣Siete rimasti in 4 e chiedetevi perché nessuno vi prende sul serio.."

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"

Chi è stato il miglior grifone del 2021? Vota il Pallone d’Oro biancorosso!

Ultimo commento: "Kouan per determinazione , combattività ed intensità agonistica; Capitan Angella per la classe e l’autorevolezza in campo, ma soprattutto per la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News