Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Grifo, Segre a toronews: ‘Stavolta vorrei restare al Torino’

Parole chiare del centrocampista che esprime la preferenza per la A nella squadra in cui è cresciuto e per cui fa il tifo. ‘A Perugia esperienza formativa, i playoff un orgoglio, spero che Juric abbia bisogno di me’

Parole comprensibili e che lasciano poco spazio all’immaginazione, quelle di Jacopo Segre, centrocampista del Perugia di Alvini in prestito dal Torino, rilasciate al portale ‘toronews‘. ‘Giudico molto formativa la mia annata al Perugia. Non ho nessun rimpianto. Ho incontrato uomini che hanno reso la stagione speciale. È stato un altro anno importante per la mia crescita. Mi sono consacrato nel torneo di Serie B. Ho giocato quasi tutte le partite e abbiamo ottenuto un risultato significativo di squadra e di società. Penso che arrivare ai play-off sia stato un orgoglio per tutto il popolo perugino”.

Poi Segre ha continuato: “La Serie B è sempre più competitiva. Ci sono squadre di un certo blasone che cercano di vincere. Ci sono sempre otto o nove squadre in lotta per la A. Il Perugia è stato una sorpresa, non essendo andati ai play-off club come Frosinone, Como, Spal, Parma. La B è difficile e per un giovane ci sta farsi le ossa in quel torneo. Si tratta di un bel trampolino. Sono passi importanti da fare nella vita professionale”.

Le risposte che seguono vanno contestualizzate, sono risposte alle domande di un portale che si occupa del Torino da parte di un ragazzo torinese che nel Torino è cresciuto e ha sempre sognato di giocare, meglio ancora se in Serie A. “Con Juric ho avuto un grandissimo rapporto. Ci siamo sentiti quando sono andato a Perugia. Ho sempre seguito attentamente l’evolvere del campionato dei granata. Sono felice da tifoso del Toro di commentare un buonissimo campionato della mia squadra. Ora speriamo di poter rivedere il mister e di aggregarmi alla Prima Squadra per il ritiro. Sarebbe il quinto ritiro e mi piacerebbe rimanere per l’intera stagione senza andare ulteriormente in prestito, come invece è capitato lo scorso agosto”.

Resterebbe anche da sostituto? ‘Certo, perché sarebbe un percorso di crescita differente rispetto a quello affrontato con il Perugia. Mi farebbe bene come uomo. In ogni ambito bisogna rimboccarsi le maniche per ottenere il massimo: nessuno ti regala niente, servono sacrificio e volontà. Se mi vedo nel 3-4-2-1 di Juric? Penso di sì. Fino all’anno scorso non avevo mai giocato a due. Quest’anno è stato formativo perché al Perugia ho sempre giocato nella mediana a due e quindi sono cresciuto dal punto di vista tattico. Secondo me, posso soddisfare le richieste tattiche di Juric, ma poi ovviamente qualsiasi decisione spetta al mister e alla società”. La volontà del centrocampista è dunque evidente. Il Perugia potrebbe sperare di riprenderlo solo se Segre non dovesse rientrare nei piani di Juric.

Subscribe
Notificami
guest

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico: "Il piano-gara era preparato anche per tentare di spuntarla nel finale, sapevamo che...
Partita deludente dei grifoni che la risolvono nel finale grazie al settimo gol del baby....
I quattro attaccanti non sortiscono effetti, un paio di mezze occasioni non bastano a sbloccare...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...