Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Frosinone-Perugia, Castori: ‘La Serie B insegna che nessuna partita è impossibile’

Il tecnico del Grifo ha presentato la gara dello Stirpe: ‘Ci siamo allenati con grande impegno, c’è voglia di invertire la rotta’

‘La Serie B insegna che nessuna partita è impossibile’. Fabrizio Castori, nella conferenza stampa pre Frosinone-Perugia, ha sottolineato la difficoltà della partita, visto il periodo di forma che sta attraversando la formazione di Fabio Grosso, ma allo stesso tempo ha posto l’attenzione sul fatto che in questo campionato non c’è nulla di scontato.

Su Struna. ‘Può ricoprire tutte e tre i ruoli della difesa. A Varese e Carpi faceva anchee il terzino. È un giocatore strutturato che gioca con entrambi i piedi e ci potrà dare una grossa mano. La condizione arriverà giocando. Il suo inserimento sarà graduale’. Il giocatore è partito con la squadra per il mini ritiro in Ciociaria.

Su Angella e Rosi. ‘Al momento non sono a disposizione, vediamo quello che succederò nei prossimi giorni’.

Sulla squadra. ‘Ci siamo allenati con grande impegno. C’è la voglia di invertire la rotta. Conta la volontà e noi dobbiamo farcela. Mi aspetto personalità e reazione. Il gol si può prendere ma se succede si deve reagire. Nelle ultime partite sono stati determinanti gli episodi e siamo anche stati sfortunati. Vogliamo invertire il trend e cambiare marcia’.

Partenza anticipata. ‘Andiamo a Frosinone un giorno prima per stare di più insieme e lavorare meglio’.

Su Castagnini. ‘È la figura che ci voleva, la sua carriera parla per lui. Sono molto contento del suo arrivo. Due anni fa mi voleva con sé a Palermo, poi io scelsi Salerno. Sono felice che abbiamo l’opportunità di lavorare insieme in una piazza così importante’.

Sulla difesa. ‘Non tutte le annate sono uguali. Bisogna avere la bravura di cambiare strada, dimenticare il passato e guardare avanti’.

Sulla partenza difficile. ‘Non è facile analizzare il perché di questa partenza sbagliata. Il campionato è iniziato prima del solito e noi abbiamo chiuso il mercato soltanto dopo 4 giornate. Partire con le sconfitte poi non aiuta a trovare coesione ed identità. Ci vuole tempo per rimettere le cose a posto, ma il tempo è tiranno e ora siamo in ritardo ma il bello della Serie B è che ti dà sempre la possibilità di ribaltare la situazione’.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Vedo che la squadra di sta riprendendo.ora giocano con più grinta.se continua così il Perugia si salva."

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Hai ragione conta piu'quello"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News