Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Grifo, il girone d’andata dell’attacco

Il Perugia ha il secondo peggior attacco del campionato con 16 gol all’attivo. Soltanto 10 dei quali sono stati segnati da giocatori del pacchetto offensivo

L’attacco è stata sicuramente la nota più dolente del girone d’andata del Perugia. I giocatori offensivi del Grifo hanno messo insieme il misero bottino di 10 gol (3 Melchiorri, 3 Strizzolo, 2 Di Carmine, 1 Di Serio e 1 Olivieri) che sommati agli altri 6 realizzati da Lisi (3), Luperini (2) e Casasola (1) fanno del Perugia il secondo peggior attacco del campionato con 16 gol all’attivo. Soltanto il Cittadella ha fatto peggio con soli 13 reti segnate.

Marco Olivieri è stato l’attaccante più impiegato durante la prima metà di stagione con 807 minuti giocati. Il classe 99 di proprietà Juve ha però messo a segno soltanto un gol, quello decisivo e di pregevole fattura realizzato nel match interno contro il Genoa. Decisamente troppo poco per un giocatore che dovrà rilanciarsi nel corso del girone di ritorno.

Dopo Olivieri il più presente è stato Strizzolo che ha però già interrotto la sua esperienza in biancorosso, rientrando alla Cremonese per poi approdare al Modena. Il classe ’94 con la maglia del Grifo ha giocato 720 minuti, mettendo a segno tre gol: contro il Bari alla terza giornata, contro l’Ascoli alla quinta e contro il Cagliari alla diciassettesima. Dopo un avvio incoraggiante il suo rendimento è calato ed ha perso diverse posizioni nelle gerarchie di Castori. Tutto ciò ha portato alla fine del matrimonio con il Grifo.

Il Di Carmine 2.0, per ora, non è andato come il Perugia e lo stesso giocatore speravano. Due soli gol, diversi problemi fisici e il rigore sbagliato nel derby hanno contraddistinto il suo rendimento in questa prima parte di stagione, durante la quale il centravanti ha giocato 707 minuti. Le due reti Di Carmine le ha messe a segno contro il Pisa alla settima giornata e contro il Modena alla tredicesima (gol numero 40 in maglia Grifo e 78esimo centro in Serie B). Il classe ’88 però ha tutto un girone di ritorno per riscattarsi.

Insieme a Strizzolo il giocatore avanzato che ha segnato più gol (3) è Melchiorri. Il Cigno di Treia ha timbrato il cartellino contro il Sudtirol e per due volte nella gara vinta a Reggio Calabria. In totale ha giocato 632 minuti e nel suo rendimento va inserito anche l’assist che ha favorito il gol del 2-0 di Luperini nell’ultimo match del 2022 a Benevento. Anche Melchiorri però potrebbe salutare Perugia in questa sessione di mercato a patto che trovi una sistemazione gradita. In caso di una sua permanenza il classe ’87 ha dimostrato di essere ancora un giocatore prezioso per la causa biancorossa.

Il classe 2001 Di Serio ha collezionato 14 presenze e 1 gol (realizzato a Reggio Calabria). Sono stati 421 i minuti giocati durante il girone d’andata e solo tre volte è partito da titolare. Ma per Castori la carta Di Serio è importante, soprattutto nell’ultima mezz’ora di gioco quando con la sua corsa può mettere in difficoltà le difese avversarie. Di Serio è stata quindi, tutto sommato, una pedina utile e potrebbe esserlo anche nel girone di ritorno.

Il capitolo Matos è ancora tutto da scrivere. Il brasiliano ha giocato soltanto 10 minuti (5 contro il Bari alla terza e 5 contro il Brescia alla quarta). Poi il lungo infortunio. Per il fantasista del Grifo il campionato inizia ora.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Vedo che la squadra di sta riprendendo.ora giocano con più grinta.se continua così il Perugia si salva."

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Hai ragione conta piu'quello"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Approfondimenti