Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Grifo, Castagnini dal ritiro di Cascia: ‘Sono fiducioso, la salvezza è nelle nostre mani’

Il DS biancorosso è intervenuto telefonicamente a Fuori Campo: ‘Non è un ritiro punitivo ma fatto per stare insieme prima di un match importante’

Il Direttore Sportivo del Perugia Renzo Castagnini è intervenuto telefonicamente, dal ritiro di Cascia, durante la trasmissione Fuori Campo su Umbria Tv ed ha parlato del delicato momento che sta attraversando il Grifo e della scelta di isolarsi in questa settimana che porta allo scontro diretto contro il Cosenza: ‘Siamo dispiaciuti per l’ultimo periodo ma allo stesso tempo siamo vogliosi di rimanere concentrati per fare bene in questo finale di campionato. Siamo qui non per punizione ma per rimanere insieme e responsabilizzarci’.

Cosenza. ‘La gara di sabato è determinante e importante. Nelle ultime 5 abbiamo 4 scontri diretti, per fortuna. Questo vuol dire che tutto è nelle nostre mani e non dipendiamo da altri’.

Sali e scendi. ‘Quando sono arrivato abbiamo fatto una grande rincorsa ed essere qui oggi a giocarsi la salvezza diretta è un piccolo traguardo. La squadra ha fatto bene in certe occasioni, non bisogna buttare a mare tutto ciò che è stato fatto. Fino al primo tempo con la Reggina credo che la nostra rimonta sia stata importante’.

Ritiro e positività. ‘Io sono fiducioso sul fatto che il Perugia si salverà. Da dirigente non sono mai retrocesso e non voglio farlo anche per una questione di orgoglio. Questo non è un ritiro punitivo ma lo abbiamo voluto per rimanere insieme e responsabilizzarci. Nel calcio ci vuole anche serenità. Io volevo andare in ritiro prima della partita con l’Ascoli poi non siamo andati per fatto logistici. Era un momento in cui la squadra stava facendo bene e quando le cose vanno bene ogni tanto, nel calcio, qualcosa bisogna inventarsi ‘di strano’. Questa volta ci siamo andati perché consapevoli che abbiamo davanti una partita importante. Un ritiro non cambia il mondo ma gli stessi giocatori sono contenti di poter passare insieme questa settimana’.

Il tifo. ‘Sarebbe bello vedere lo stadio pieno sabato, quando uno ha fede difende la sua squadra sia nel bene che nel male. In questo momento abbiamo bisogno di tutti. Ovvio che l’entusiasmo lo dobbiamo ricreare noi facendo qualcosa in più’.

Il mercato di gennaio. ‘Non credo che adesso sia il momento di parlare di queste cose. Non me ne frega niente. A me interessa soltanto che il Perugia si salvi, poi a fine anno tireremo un bilancio sulle cose fatte’.

Il momento.C’è poco da chiacchierare adesso. Dobbiamo soltanto lavorare. Questa è l’unica cosa che si può fare in questi momenti, insieme ad infondere serenità nell’ambiente. Abbiamo sempre rincorso durante questa stagione e quindi un periodo di flessione ci può stare. Ora dobbiamo ritornare alla vittoria con una prestazione importante che può dare la fiducia per affrontare le partite che rimangono’.

Il trittico. ‘Quando ci hanno rinviato la partita per il terremoto e quindi messo le tre partite in una settimana mi sono messo le mani nei capelli perché sapevo che una delle tre la avremmo pagato a caro prezzo e cosi è stato. Col Frosinone siamo andati bene, con la Reggina abbiamo fatto un buon primo tempo e dopo è successo quello che sappiamo tutti; la terza gara, quella col Modena, la abbiamo pagata a caro prezzo’.

Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Anticipo combattuto per i toscani terzi in classifica, nell'altro match del venerdì nuova quaterna del...
Pagliari: "Cerchiamo di fare il percorso migliore per lui, con i giovani bisogna sempre andare...
Dai quotidiani locali - Dell'Orco spera di tornare a disposizione con l'Ancona. Ballottaggi sulla trequarti...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...