Resta in contatto

News

Grifo: “Facile se ti chiami Nesta? Il primo giorno, poi giudizi spietati”

perugia-alessandro-nesta

L’allenatore del Perugia ha parlato in esclusiva a Dazn, le prime anticipazioni dell’intervista.

“È la mia grande occasione. Perugia è una piazza da Serie A, farò di tutto per portarla il più in alto possibile”. Così Alessandro Nesta, campione del mondo 2006, si è raccontato in un’intervista esclusiva a Dazn, che sarà disponibile sulla piattaforma di streaming live e on-demand a partire da oggi. Tornato a calcare i terreni di gioco in Italia dopo la parentesi americana, l’ex difensore di Lazio e Milan parla anche del tema del passaggio da giocatore ad allenatore: “Se ti chiami Nesta, Gattuso, Inzaghi, solo il primo giorno fare l’allenatore è più facile, poi diventa molto più difficile. Il primo giorno hai una chance in più per quello che è stato il tuo passato, poi dal secondo, però, tutto è più spietato. A cominciare dai giudizi…”. Parole di ammirazione Nesta ne ha per il suo ex tecnico al Milan, Carlo Ancelotti: “E’ il mio punto di riferimento. Vorrei essere come lui anche se io, però, mi arrabbio molto di più di lui. Ma c’è da dire che quando si arrabbiava…lui si arrabbiava davvero! Non molla niente, ha ancora fame e l’entusiasmo di un bambino”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News