Resta in contatto

News

Nesta crede nel Grifo di Verre: “Non è stato un azzardo”

L’allenatore del Perugia analizza la prova di Palermo. “Valerio sta rincorrendo la forma”. Poi chiede di voltare pagina.

“Salvo i primi 12 minuti, poi non mi è piaciuto nulla. Ci siamo sbriciolati dopo il primo gol. Se lasci spazio a squadre così forti ti fanno male. La B è questa, si va su e giù”. Alessandro Nesta, incassate le 4 scoppole contro il Palermo, freme per voltare pagina e tornare in fretta a Perugia. “Siamo stati 3 settimane a casa perdendo il ritmo partita. Non è mancato uno o due giocatori, oggi tutti abbiamo fatto male”. Il tecnico biancorosso vuole rimettersi in campo per lavorare nel cantiere aperto. “Deve crearsi ancora la gerarchia nello spogliatoio, la leadership in campo. Stasera è difficile, ma da domani si riparte allegri”. Sullo stop di Vido non ci sono certezze: “Non conosciamo l’entità dell’infortunio, è muscolare e speriamo non sia nulla. Abbiamo già perso Han. C’è da ritrovare entusiasmo, dopo 4 gol è difficile ma arriva il Carpi e dobbiamo fare bene in casa nostra”. Sulle scelte a centrocampo “Verre è senza preparazione e sta rincorrendo una forma fisica accettabile, ma è veramente importante per noi. Non è stato un azzardo, la penso così. Ho già detto che è importante non eccedere nell’entusiasmo quando si vince, né deprimersi quando si perde. Lavoriamo sugli errori ma sono fiducioso che il Perugia farà bene.  Campionato a 24 squadre? Ce lo facessero sapere, magari ci organizziamo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News