Resta in contatto

Approfondimenti

Goretti: “Rimarrei dieci anni a Perugia, ma…”

Il direttore sfugge alla retorica e ammette che il suo ciclo può finire a breve: “Ma resterò tifoso a vita”

La mia unica perplessità non era su di lui ma sui giocatori – dice Roberto Goretti su Alessandro Nesta non sapevo se calciatori di Serie B sarebbero stati in grado di assorbire le sue idee, che sono innovative. Ha in mente un calcio difficile e di categoria superiore, in questo mi ricorda Castagner che era avanti rispetto alla sua epoca, me ne sono accorto leggendo il suo libro“.

Il mio futuro? Mi viene da dire che voglio rimanere per altri cento anni a Perugia ma la verità è che non so dove sarò fra dieci anni, nella vita bisogna cambiare e c’è bisogno di idee nuove e modi di fare diversi. Io farò altre cose… Magari torno in gradinata dove andavo da bambino con mio padre. Speriamo coperta perché ho una certa età…“.

La mia passione, anche quando giocavo, è sempre per il simbolo per la maglia. Ricordo da ragazzo le mie partite in gradinata con mio padre oppure seguita la radio con i nonni davanti al caminetto o in macchina. La passione per la squadra resta fino alla fine della vita“.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] fare i complimenti a Nesta paragonato a Castagner, Roberto Goretti ha citato il libro “Buongiorno mister”, scritto appunto dallo storico […]

trackback

[…] “Poi con Santopadre mi è stato chiesto di fare il direttore sportivo. È stata una grossa emozione. Ma vi posso dire che è molto più facile gestire una sola squadra di adulti che tante squadre di ragazzini, non tanto per loro quanto per i genitori, i papà e soprattutto le mamme…“. Il futuro? È un’incognita. […]

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti