Resta in contatto

News

Nesta: “Ogni punto è bollente, voglio un Grifo arrabbiato”

L’allenatore del Perugia alla vigilia della trasferta di Carpi chiede una reazione ai suoi dopo il ko con il Palermo. “La sconfitta non va mai accettata”.

Non basta giocare un buon calcio. Servono punti. Soprattutto adesso. Soprattutto a Carpi. Questo il messaggio che lampeggia forte e chiaro tra le parole di Nesta, alla vigilia dell’impegno del Grifo  al Cabassi con alcune defezioni importanti. “Ai ragazzi chiedo di non accettare le sconfitte, perciò voglio un Perugia arrabbiato per come abbiamo perso con il Palermo”.

“Non una squadra sotto pressione – precisa Nesta –, ma arrabbiata. Dobbiamo voler coprire quel piccolo gap con le migliori e andarci a prendere ciò che manca per vincere certe partite. E’ un pezzo piccolo ma bisogna capire che c’è da fare di più. Ogni partita sarà difficile, ogni punto sarà bollente per gli obiettivi di tutti, perciò bisogna alzare il livello di attenzione e determinazione. Soprattutto non possiamo accettare le sconfitte perché abbiamo giocato bene. Il Perugia non deve accettare la sconfitta. Mai”.

Il pacchetto avanzato del Grifo vive una certa difficoltà nel trovare il gol con continuità. “Davanti cominciamo ad essere in tanti, la concorrenza è alta. Ma da tutti mi aspetto di più – dice Nesta –, anche dalla difesa e dal centrocampo. Da chi gioca e chi non gioca, anche chi entra 5 minuti può far vincere una partita. Tutta la squadra deve dare un pezzettino di più, dal punto di vista realizzativo, difensivo e della personalità“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da News