Resta in contatto

Approfondimenti

Il Grifo è tornato, è quasi salvezza. Ma ora tenete giù l’asticella

A Venezia arriva (3-2) il terzo blitz consecutivo dopo la terza sconfitta di fila in casa, con Verre e Dragomir in campo è un’altra musica. Primo gol di Sadiq, buon debutto di Carraro, Falzerano sopra le righe e il solito Melchiorri insieme ai soliti errori difensivi…

Il Perugia torna alla vittoria e ottiene il terzo blitz consecutivo all’indomani della terza sconfitta casalinga consecutiva. Anche a Venezia, come a Carpi e come soprattutto ad Ascoli, i grifoni hanno fatto valere la fase offensiva superiore dovuta alla classe dei vari Verre e Melchiorri (oggi nel novero entrano anche Sadiq che ha il merito di avere sbloccato il risultato e un Falzerano sopra le righe) e ribadito però gli errori difensivi che stanno compromettendo la possibilità di volare ancora più in alto. Non vanno dimenticati infatti gli errori di Sgarbi in occasione del rigore parato da Gabriel (oggi grandissimo e determinante), di Felicioli in occasione del primo (in coabitazione con Dragomir) e del secondo gol, in un reparto in fortissima emergenza ma che ormai ha abituato i tifosi alla sofferenza.

Nel complesso il Perugia ribadisce i pregi e i difetti, insomma, ritrovando giocatori come Verre e Dragomir (con loro in campo è tutta un’altra musica) e ribadendosi in piena lotta per un posto nei playoff. Nesta ha avuto ancora una volta ragione a non voler alzare l’asticella e però anche nel proclamarsi fiducioso nei suoi ragazzi alla vigilia. Il Perugia c’è, domenica in casa arriva la Salernitana per un vero e proprio spareggio.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Quando metti testa e cuore il risultato è sempre vincente

trackback

[…] Perugia mette a referto la terza vittoria esterna consecutiva battendo il Venezia con qualità nella velocità. I capolavori di Verre riportano i grifoni in zona […]

trackback

[…] la firma di Verre sul successo del Grifo sul Venezia, ma ci sono anche altri padroni. “Mister Nesta è un martello sia in partita che durante la […]

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti