Resta in contatto

News

Perugia-Verona: il primo derby di Corea del calcio italiano

Curioso intreccio asiatico nella sfida di questa sera. Han e Lee, coetanei e attaccanti delle rispettive Nazionali, si affrontano per un match che, a suo modo, diventa storico.

C’è una partita nella partita in Perugia-Verona, anticipo del campionato di Serie B in programma stasera al Curi (la vigilia di Nesta e Grosso). È il derby di Corea, il primo del calcio italiano. Il biancorosso Kwang-Song Han contro il gialloblu Seung-woo Lee.

La Gazzetta dello Sport ricorda che mai un coreano del Nord e uno del Sud si erano affrontati nel nostro Paese: Grifo contro Hellas sarà anche questo. Un piccolo “dialogo” fra i due stati, divisi dalla Guerra fredda, e ora tornati lentamente a riavvicinarsi.

I due attaccanti coetanei di Perugia e Verona, entrambi Nazionali, daranno il loro simbolico contributo. Han è reduce dal gol contro la Salernitana, Lee si sta ritagliando uno spazio da protagonista nell’assetto gialloblu di Grosso (la scelte di oggi secondo CalcioHellas).

Curiosità nella curiosità: Lee, acquistato nell’estate 2017 dal Verona per un milione di euro dal Barcellona B, non è stato il primo sudcoreano a debuttare e segnare in Serie A. Proprio il Perugia portò in Italia Ahn Jung-hwan, poi giustiziere dell’Italia nel Mondiale 2002. Oggi la Corea tutta sarà sintonizzata sullo stadio Curi.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Notizia da premio Pulitzer

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "certo.... 7 campionati di serie A uno in più di D'attoma vinta finale di Coppa Intertoto partecipazione Coppa UEFA 2003-2004.... tieniti il..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News