Resta in contatto

News

Il Perugia sulle montagne russe: serve più continuità

Il cammino del Grifo nel 2019 è troppo altalenante. Per puntare ad un buon piazzamento serve un filotto di risultati positivi, che danno punti e morale. Ma per fortuna anche le altre sono incostanti…

Una squadra giovane, con poca esperienza, del tutto nuova, incostante: il Perugia di Nesta rispecchia nei risultati pregi e difetti della sua composizione. Per tutta la stagione – e in particolare in questo 2019 – sta costringendo i suoi tifosi ad andare sulle montagne russe.

Una caratteristica, in verità, comune a molte altre squadre. Lo Spezia – sottolineava Il Messaggero – viene da 3 vittorie e 4 sconfitte nelle ultime 7 partite, l’ultima sabato contro il Padova di Bisoli ultimo in classifica che sta per ospitare i grifoni all’Euganeo; il Cittadella viene da 3 vittorie di fila, prima ne aveva perse altrettante, sempre di fila; la Salernitana alterna da ormai 2 mesi la sconfitta, che arriva regolarmente una partita sì e una no, a pareggi e vittorie.

Insomma, può essere definito il campionato del ‘non equilibrio’ o – se preferite – delle montagne russe. Così non c’è da stupirsi se ‘il Perugia dell’anno zero’ ha messo insieme sinora 11 vittorie (di cui 4 esterne, meglio hanno fatto solo Brescia, Verona e Lecce) e 10 sconfitte, di cui 5 interne (peggio solo il Carpi con 6), segnando 37 volte e subendo 36 gol, dimostrandosi capace di prestazioni superlative sul piano tattico e dell’entusiasmo (Foggia, Venezia, Salernitana) alternate a gare sottotono dal punto di vista caratteriale e prestazionale (Cosenza, Verona).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Persona speciale."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Gugliemo Vicario è un talento, per capacità di concentrazione, continuità, attaccamento e professionalità. Complimenti."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News