Resta in contatto

Amarcord

Oddo, il Perugia (e Grosso) nel destino: quel mancato incrocio alla Renato Curi

Il nuovo allenatore del Grifo ha cominciato a giocare a calcio in una squadra abruzzese che porta il nome del grande centrocampista biancorosso.

Fino al 1977 si chiamava Angolana: era una società di calcio operativa a Città Sant’Angelo, comune di 15mila abitanti che si trova in Abruzzo, nel Pescarese. L’anno successivo, sull’onda emotiva della morte di Renato Curi, cambiò nome in “Renato Curi Angolana”.

Massimo Oddo era nato da poco – aveva due anni – quando nacque la Renato Curi. Dopo 15 anni, nel 1992, si ritrovò a farne parte e da lì spiccò il volo verso il calcio che conta, passando alle giovanili del Milan, che lo prese nel 1993, lo perse nel 2000 e poi lo riacquistò nel 2007, da campione del mondo.

Curiosità: un anno dopo l’addio di Oddo, nel 1994, alla Renato Curi arrivò un altro ragazzino dalle belle speranze. Si chiamava Fabio Grosso. E dopo 12 anni avrebbe festeggiato con Oddo il titolo di campione del mondo a Berlino. E proprio l’esplosione di Grosso relegò Oddo ad un ruolo marginale: fu inserito come terzino sinistro e Zambrotta spostato a destra, togliendo spazio proprio a Oddo.

I due si sono ritrovati dopo altri 13 anni a contendersi la panchina del Perugia. E stavolta ha vinto Oddo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Una amicizia cementata oltre 20 anni fa, a Napoli, quando erano nella stessa rosa, guidati da un altro grifone doc come Walter Alfredo Novellino, nel suo periodo d’oro di allenatore specializzato in promozioni. Proprio vero: il Grifo era nel destino di Oddo. […]

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Grande e irripetibile! Mai più Uno così (purtroppo)! Riposa in pace!"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Amarcord