Resta in contatto

BiancoRosso - Il Personaggio

La Roma “scopre” l’ex Perugia Spinazzola (che sarà al Curi il 31 luglio)

Bel ritratto del neo terzino giallorosso sulla rivista “Il Romanista”, che riporta anche le dichiarazioni del suo primo presidente alla Virtus Foligno.

Dopo aver firmato con la Roma, Leonardo Spinazzola è corso a Foligno per condividere la gioia con i suoi amici. Lo racconta “Il Romanista” tracciando un bel ritratto dell’ex giocatore del Perugia che proprio in biancorosso esplose nel ruolo di terzino.

Vengono raccontate doti calcistiche ma anche umane di Leonardo, doti che hanno affascinato pure il ds Gianluca Petrachi che nella sua prima conferenza stampa lo ha usato come esempio quando ha voluto indicare il tipo uomini che vuole nella sua squadra.

Il legame tra Leonardo e Foligno è sottile ma profondissimo – scrive Il Romanista – perché se da un alto ha salutato casa a soli 14 anni per inseguire la sua carriera, dall’altro il suo cuore non ha mai lasciato la città umbra. La moglie Miriam è cresciuta proprio a Foligno e i due stanno insieme praticamente da sempre, mentre i suoi genitori lo hanno seguito in giro sui campi di provincia ogni volta che potevano, fino alla consacrazione in prima squadra con la Juventus e con la Nazionale.

La sua storia di calciatore è iniziata sul campo della Virtus Foligno. Il terreno su cui si disputano gli allenamenti è attaccato al palazzo in cui Leonardo è cresciuto. Talmente vicino che spesso raggiungeva la struttura da solo mentre la madre lo seguivo con lo sguardo vigile. Qui è arrivato all’età di 5 anni facendo tutta la trafila fino alla chiamata del Siena, diventando un eroe per la società biancorossa.

È il nostro orgoglio – dice il presidente Alberto Trabalzama è anche uno di casa e quando può passa a trovarci. Leonardo è stato sempre un giocatore sopra la media. Gli allenatori lo spostavano a giocare con i ragazzi più grandi ma il suo talento spiccava comunque e infatti lo hanno subito notato. Aveva nostalgia, stava pensando di mollare tutto e tornare, ha avuto qualche problemino fisico e a quell’età le difficoltà non sono semplici da gestire, ma i genitori lo hanno sempre spinto a continuare. Soprattutto la madre e lo zio, Roberto, che ha fatto anche lui il calciatore in categorie minori. Visti i risultati direi che hanno fatto bene».

Inevitabilmente, tutti gli amici di Spinazzola, folignati e non, saranno a Perugia il 31 luglio in occasione dell’amichevole con la Roma, nel corso della quale l’ex grifone sarà salutato anche dai suoi vecchi tifosi, che lo seguono sempre con affetto.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da BiancoRosso - Il Personaggio