Resta in contatto

Approfondimenti

La moviola di Spezia-Perugia: gol Capradossi ok, il rigore…

La squadra diretta dall’arbitro Ghersini di Genova centra un po’ tutte le decisioni importanti. Qualche dubbio sull’origine della punizione del pareggio e sulla gestione dei cartellini.

Tanto lavoro per il direttore di gara in Spezia-Perugia, alla fine la squadra arbitrale esce da campo con una prova convincente.

I due assistenti centrano entrambe le decisioni sui primi due gol. È in posizione regolare Buonaiuto (tenuto in gioco da Capradossi) quando Carrraro lo pesca con il lancio in verticale per il vantaggio del Grifo. Decisiva l’azione del pareggio spezzino. Capradossi è dietro la linea di Gyomber nel momento in cui Bartolomei tira verso la porta di Vicario (nel fotogramma di Dazn).

I secondi che precedono il pareggio vanno approfonditi. Netto il fallo di Gyomber su Gyasi che genera la punizione per lo Spezia, resta invece qualche dubbio sulla rimessa laterale assegnata ai liguri (contrasto Carraro-Ricci) all’origine dell’azione.

Decisiva l’interpretazione delle nuove regole sui falli di mano per togliere ogni dubbio in occasione del rigore concesso allo Spezia. Dragomir si oppone al tiro di Ricci con le braccia lontane dal “cilindro”. Nonostante la distanza ravvicinata, è punibile “un tocco di mano involontario se le braccia sono in posizione innaturale e cioè all’altezza delle spalle o sopra”.

Solo la gestione dei cartellini di Ghersini non è sembrata impeccabile. Manca almeno un giallo a carico di Bartolomei, autore di due interventi piuttosto duri a distanza di pochi minuti a centrocampo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Grande e irripetibile! Mai più Uno così (purtroppo)! Riposa in pace!"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti