Resta in contatto

News

Ex Grifo: è finito 0-0 il derby “invisibile” di Han

La storica sfida tra Corea del Nord e Corea del Sud è stata giocata senza tifosi e senza diretta tv. È stato schierato fra i titolari l’attaccante con un recente passato nel Perugia e ora alla Juventus.

È finito 0-0 l’atteso match di Pyongyang tra Corea del Nord e Corea del Sud, derby di qualificazione al Mondiale 2022 in Qatar. In campo, per 90’ minuti, anche l’ex attaccante del Perugia Han Kwang Song, stella della Nord Corea.

Il match doveva passare alla storia perché il primo fra le due nazioni che si giocava nella capitale del Nord dopo 29 anni. Ma passerà alla storia soprattutto perché ribattezzato “invisibile”: giocato infatti senza diretta televisiva, senza tifosi, senza marchi commerciali e senza stampa straniera (la foto è tratta dalla pagina Facebook “Chollima Football Fans”). Per volontà del regime di Kim per ridurre al minimo (probabilmente) i testimoni di una eventuale, umiliante, sconfitta.

Si era accumulata molta tensione per i risvolti politici della gara e il tutto si è tradotto in campo, in aggiunta alla tensione agonistica dettata dal fatto che entrambe le squadre sono in testa al gruppo H di qualificazione dell’area asiatica.

La Corea del Sud resta comunque prima grazie alla differenza reti. Il “perugino” Han, in questa stagione alla Juventus Under 23, titolare in tutte le gare giocate dalla Corea del Nord nel girone, non è riuscito a trovare il primo gol con la maglia della sua nazionale.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mah, ancora col sistema, secondo me s'è fatto fuori da solo, si è voluto fare fuori...."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News