Resta in contatto

Approfondimenti

Messaggio per Oddo: il Grifo che vince ha l’albero di Natale

Il tecnico cambia tanti schemi di gioco però il Perugia fa risultati soprattutto schierato a 4 e con 2 trequarti: 2,66 punti a gara

Alti e bassi nel campionato del Perugia, sia per quanto concerne le prestazioni sia per i punti fatti. Ma c’è una costante – individuata in un articolo del Messaggero – che fa riflettere: l’assetto tattico che fa più punti è quello con quattro difensori e 2 fantasisti dietro un’unica punta. Il cosiddetto ‘Albero di Natale‘, insomma.

Finora, il Perugia ha giocato 6 volte con il 4-3-2-1, tra campionato e Coppa Italia, contro Triestina, Brescia, Livorno, Frosinone, Pisa, Salernitana: ebbene, in queste partite, sono arrivate 5 vittorie e un pari, con 9 reti segnate e solo 3 subite. Una media di 2,66 punti a gara.

In queste partite specifiche, i due trequartisti che si sono alternati alle spalle della punta sono stati Fernandes-Capone (4 volte) e Fernandes-Buonaiuto (due volte).

Ma con il passare del tempo si è passati via via al modulo a due punte, per inserire almeno uno dei due attaccanti (Melchiorri e Falcinelli) che fremevano in panchina. Ecco quindi fare capolino il 4-3-1-2, utilizzato in 5 occasioni (contro Chievo, Juve Stabia, Spezia, Empoli, Benevento), con il misero bottino di 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte, con 2 reti segnate e 5 subite.

E se è vero che i numeri non dicono tutto, è pur vero che spesso dicono tanto. E questi numeri sono abbastanza eloquenti: la differenza fra i due assetti offensivi è abissale.

Leggermente meglio, in quanto a risultati ottenuti (ma va detto: grazie alla vittoria di Crotone al termine di una partita giocata prevalentemente in difesa), il modulo con la difesa a tre, su cui Oddo ha ripiegato più per necessità che per reale convinzione, dopo l’infortunio di Angella e l’inserimento di Falasco.

Utilizzato sinora da Oddo molto spesso a partita in corso ma dall’inizio in sole tre partite (Ascoli, Crotone, Cittadella), ha portato 1 pareggio, 1 vittoria e 1 sconfitta, 4 reti segnate e 5 subite (media 1,33 punti a partita). Rivedibile, perché non su tutti i campi si può scendere in campo con l’atteggiamento difensivo di Crotone.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

dobbiamo giocare con 2 trequartisti e una punta….. quindi iemmello…!!!!!!!!!!!!!!!!!

Daniele
Daniele
6 mesi fa

La squadra ha fatto 19 punti. Non sono pochi. Il problema grosso è che segna solo iemmello. Le mezze ali non segnano e non turano da fuori manco a connonate. La squadra è stata costruita male questa estate.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Me ne ero accorto anchecsenza i conti alla mano che quindi avvalorano la mia ipotesi che Falcinelli e Iemmello insieme non possono giocare

Sentinella
Sentinella
6 mesi fa

se vogliamo dire le cose come stanno, l’unico giocatore che è stato veramente decisivo quando ha giocato da trequartista è stato buonaiuto. capone e Fernandes totalmente inutili finora: zero assist e zero gol. Di loro in 12 gare giocate ad oggi si ricordano sporadiche giocate sfociate in esercizi stilistici inutili ed improduttivi per la squadra. fernandes in particolare sembra un giocatore da futsal più che da calcio a 11. se poi i giornalisti locali continuano a martellare con questa cosa dell’unica punta, allora veramente non so è capito qual è il vero problema di questa squadra: il centrocampo. un centrocampo… Leggi il resto »

xyz
xyz
6 mesi fa
Reply to  Sentinella

Sentinella va a letto che sei stanco

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti