Resta in contatto

News

Venezia-Perugia, il giallo del rigore dato e poi tolto

L’arbitro Fourneau prima fischia un penalty per un mani in area del Venezia, poi, dopo le proteste dei Lagunari, se lo rimangia

In tanti, a metà del primo tempo, hanno pensato al famoso episodio di Benevento, che è rimasto nella memoria dei tifosi biancorossi e fece perdere l’andata playoff (e le chance promozione) al Grifo di Bucchi. E in effetti le analogie sono tantissime.

Eravamo al 22esimo minuto quando l’arbitro Fourneau ha fischiato un calcio di rigore a favore del Perugia per un tocco di mano (che non c’era: va detto) del difensore Modolo su tiro di Dragomir.

A quel punto si sono scatenate le proteste dei giocatori di casa, che hanno accerchiato l’arbitro. Ma, mentre tutti si aspettavano anche qualche sanzione disciplinare per le veementi recriminazioni, di punto in bianco, il direttore di gara ha indicato il suo auricolare e poi ha cambiato atteggiamento, rivolgendo il volto non verso la porta del Venezia, ma verso il centro del campo, indicando quindi chiaramente un inversione della decisione.

Una decisione, alla fine, corretta. Ma che ha fatto partire tante dietrologie: da chi è arrivato quel suggerimento, considerando che in serie B non c’è il Var? Forse da qualche assistente. Ma può un arbitro fidarsi di un assistente a decine di metri di distanza mentre lui ha visto l’azione da posizione privilegiata?

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Orano Sdolzini
os
4 giorni fa

sentenza già scritta

gigi
gigi
3 giorni fa
Reply to  os

Non parlate però degli altri 2/3 episodi in area perugina? pareva una partita di pallavolo..

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Serse? ma come puoi pensare una cosa del genere...... ti dico solo che al suo arrivo galeone trovò il Perugia quart' ultimo e andò in serie A........."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News