Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Road to play out: Grifo, Oddo ne recupera due ma ha molte scelte obbligate

Melchiorri e Buonaiuto potrebbero partire dalla panchina lunedì sera all’Adriatico contro il Pescara. Due i ballottaggi per il tecnico biancorosso nella formazione iniziale: Rosi-Falasco e Dragomir-Kouan

Con il Perugia in ritiro e dunque rigorosamente blindato, in questi giorni si è parlato pochissimo della possibile formazione da opporre al Pescara nel match di andata dei playout in programma all’Adriatico lunedì (ore 21). E se pretattica e segretezza sono più che legittimi alla luce dell’importanza della posta in palio, è altrettanto vero che l’organico biancorosso è molto più ridotto rispetto a prima e la maggior parte delle scelte per Massimo Oddo sembrano davvero obbligate.

Iniziamo a dire che da sabato lavorano a Cascia anche i tre infortunati Melchiorri, Buonaiuto e Di Chiara, che nei giorni precedenti sono invece stati a Cesena, con il permesso della società, a curare i rispettivi acciacchi. Un’idea che ha funzionato, visto che se Di Chiara continua a mettere nel mirino la partita di ritorno in programma il 14 al Renato Curi, intanto gli altri due dovrebbero essere convocati per la gara di lunedì sera. Beninteso, entrambi – Melchiorri e Buonaiuto – non hanno l’autonomia necessaria per partire dall’inizio e con ogni probabilità inizieranno in panchina. Comunque una buona notizia per Oddo che per il resto ha scelte abbastanza risicate.

In porta toccherà naturalmente a Vicario; nella difesa rigorosamente a quattro il ballottaggio principale sembra quello tra Rosi e Falasco. Dovesse giocare il primo nel ruolo di terzino destro, allora Mazzocchi si muoverebbe a sinistra. Viceversa, dovesse toccare a Mazzocchi partire a destra, allora sulla fascia mancina ci sarebbe Falasco; coppia centrale alla luce della partenza di Rajkovic e della squalifica di Angella – con ogni probabilità composta da Gyomber e Sgarbi. A centrocampo Oddo potrebbe dare spazio al trio più rodato, quello composto da Falzerano, Carraro e Dragomir. Il dubbio riguarda proprio il giovane rumeno, in questa stagione davvero incostante nel rendimento e considerabile in ballottaggio con Kouan, pronto a dare corsa e sostanza. Fuori dai giochi almeno dall’inizio potrebbe essere invece il giovane Nicolussi Caviglia, che ha però i colpi per essere importante anche a gara in corso.

E siamo all’attacco. Con Melchiorri e Buonaiuto a mezzo servizio, le scelte sembrano anche qui abbastanza obbligate: Capone (che all’andata fu decisivo) dovrebbe muoversi con Falcinelli alle spalle di Iemmello.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Qualcuno lontano da Perugia"

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "scusate l intrusione ma non si puo sentire che lisi non e un giocatore io sono di pisa e vi posso garantire che da noi a fatto la differenza forse..."

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News