Resta in contatto

News

Ex Grifo, minacce a Gyomber a Salerno. E lui fa subito gol

Il centrale ha timbrato il tabellino dell’amichevole contro la Virtus Francavilla al suo primo giorno nel Cavalluccio, dopo avere ricevuto messaggi social dai tifosi della Salernitana in contestazione contro Lotito

Dopo cinquantaquattro partite ed un gol in due anni, Gyomber nella giornata di sabato ha interrotto la sua carriera da Grifone. Nel giorno della firma del triennale con il quale dovrebbe guadagnare circa 250mila euro all’anno, è arrivato anche il suo primo gol alla sua prima partita nel Cavalluccio.

Nell’amichevole tra Salernitana e Virtus Francavilla sono bastati soli 11 minuti a Gyomber per trovare la prima gioia personale. La rete però non è bastata alla squadra per trovare la vittoria, Caporale sette minuti più tardi ha realizzato il gol del pareggio. All’attenzione delle cronache la protesta dei tifosi contro il proprietario del club campano Claudio Lotito: una cinquantina di tifosi, come riporta La Gazzetta dello Sport, sono entrati nello stadio nonostante il match fosse a porte chiuse, hanno lanciato circa 150 palloni in campo e hanno esposto uno striscione: “Ecco i tuoi palloni, ora vattene fuori dai c..”. Il gesto è stata una risposta alla dichiarazione del presidente che aveva detto di aver preso la società nel 2011 “quando non c’era nulla, neanche un pallone”.

Nella giornata di sabato il difensore della Fiorentina Ranieri ha rinunciato al suo trasferimento a Salerno a causa di minacce social ricevute dai tifosi granata. Lo stesso – fonte Tuttosport – è accaduto anche a Gyomber,  che a differenza del collega italiano ha preferito non dare alcuna importanza ai messaggi di chi lo invitava a non accettare la destinazione.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Jacopo
Jacopo
10 mesi fa

Esatto?

Roberto
Roberto
10 mesi fa

Non è più nostro, anzi non lo è mai stato, quindi non ce ne importa nulla.

Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da News