Resta in contatto

Amarcord

Grifo, quando Ze Maria e Nakata sfidarono l’Italia

Il 16 dicembre 1998 la FIGC celebrò il proprio centenario con un’amichevole tra la Nazionale italiana ed una selezione del Resto del Mondo, in cui erano presenti i due ex biancorossi

Nel 1998 la FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) compie il suo centenario. Per festeggiare, il 16 dicembre di quell’anno viene organizzata una partita tra la Nazionale italiana ed una rappresentazione del Resto del Mondo. Più che un’amichevole, quella che va in scena allo Stadio Olimpico è una vera e propria passerella del meglio del calcio mondiale pur con qualche assenza, come quella di Taribo West escluso dalla Fifa per aver scagliato la maglia da gioco contro Lucescu, suo allenatore all’Inter, al momento della sostituzione nel match contro il Vicenza. Eppure vedere un tridente formato da Batistuta, Ronaldo e Weah, supportati a centrocampo da un altro pallone d’oro come Zidane e dal talento di Rui Costa, è un qualcosa che fino all’ora sarebbe stato più probabile in un videogioco che in un campo da calcio. In quella formazione dell’Italia, allenata da Zoff, c’era già parte del gruppo che diventò campione del Mondo nel 2006: Buffon, Peruzzi, Cannavaro, Nesta, Totti e Filippo Inzaghi. Curiosità vuole che il portiere del Resto del Mondo era italiano: Pagliuca, all’epoca all’Inter, in protesta per l’esclusione da parte di Zoff.

Nella partita anche il Perugia è rappresentato in campo. Infatti, nell’undici iniziale del Resto Del Mondo, vista anche la non partecipazione di Cafu, gioca come terzino destro Ze Maria, alla sua prima parentesi in biancorosso. Nella seconda frazione del match vinto per 6-2 dagli azzurri, il duo Parreira-Venglos fa entrare Nakata, anche lui alla prima stagione da grifone, al posto di Hierro.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Amarcord