Resta in contatto

News

Perugia, le probabili formazioni: possibile il ritorno alle origini

Contro il Matelica Caserta potrebbe rispolverare il 4-3-3. Monaco verso il forfait, Elia terzino destro e Minesso nel tridente

Il Grifo a Matelica potrebbe cambiare pelle. Il 4-3-3, che era stato accantonato dopo la sconfitta di Mantova, potrebbe essere rispolverato dopo che Fabio Caserta lo ha provato a lungo. Come riportano i quotidiani locali domenica in edicola, il tecnico biancorosso nel match delle 15 dell’Helvia Recina potrebbe rinunciare al 3-5-2 che aveva restituito punti ed equilibrio. Un’assenza importante come quella di Monaco farebbe da ago della bilancia tra i due moduli. Senza il difensore, che causa un problema alla schiena dovrebbe accomodarsi in panchina, il tecnico biancorosso potrebbe schierare la difesa a quattro con Angella e Sgarbi centrali, Elia a destra e uno tra Favalli e Crialese a sinistra. A centrocampo Sounas non è al top. Dovrebbe essere il turno quindi di Vanbaleghem, Burrai e Moscati che è in ballottaggio con Kouan. In attacco, dopo la tripletta contro il Ravenna, dovrebbe essere data ancora fiducia a Minesso che completerebbe il tridente con Melchiorri e Murano. Vano si accomoderà in panchina e potrebbe entrare a partita in corso.

Il Matelica non è una squadra da sottovalutare, nonostante sia solo al primo anno tra i professionisti. I marchigiani, anzi, in caso di vittoria avrebbero anche l’occasione di scavalcare i grifoni, dato che hanno una partita da recuperare. Il tecnico Gianluca Colavitto potrebbe schierare dall’inizio tre dei giocatori cresciuti nel settore giovanile del Perugia: Calcagni, Bordi e Fracassini, con Barbarossa che sembra partire dalla panchina.

Probabili formazioni

Matelica (4-3-3): Cardinali; Fracassini, Cason, De Santis, Maurizii; Calcagni, Bordo, Balestrero; Volpicelli, Moretti, Leonetti

A disp: Martorel, Baraboglia, Di Renzo, Magri, Masini, Barbarossa, Pizzutelli, Ruani, Santamarianova, Alberti, Franchi, Peroni. All: Colavitto

Perugia (4-3-3): Fulignati; Elia, Angella, Sgarbi, Favalli; Moscati, Burrai, Vanbaleghem; Minesso, Melchiorri, Murano

A disp: Baiocco, Bocci, Rosi, Monaco, Negro, Crialese, Falzerano, Konate, Kouan, Sounas, Vano, Lunghi. A disp: Caserta

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News