Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Perugia: il cervello di Minesso, la forza di Angella

Nel 3-2 del Grifo contro la Feralpisalò c’è ancora la firma di testa del piccolo gigante biancorosso che ha cancellato l’errore di Fulignati, bucato da Ceccarelli. I gol nella ripresa di Falzerano e Burrai portano a 13 i marcatori dell’orchestra di Caserta

La prima del 2021 al Curi è un successo che consente al Perugia di tenere il passo delle prime e accorciare sulla vetta. Il Grifo ha steso la Faralpisalò segnando tre gol per la terza gara di fila.

Al quinto centro consecutivo di Minesso, si sono aggiunti Falzerano (decisivo con il tap in sul rigore respinto al compagno) e Burrai che ha firmato la rete della sicurezza dal dischetto.

FULIGNATI 5.5 Manca di reattività e viene malamente bucato dal collo sinistro di Ceccarelli. Cancella un’uscita bassa poco efficace con la successiva respinta sul colpo di testa di Miracoli. Respinge il rigore di Petrucci nel recupero e sono i compagni stavolta a non coprirlo.
ELIA 7 Confermato per una propulsione a lunga gittata, viaggia a velocità doppia e con l’ennesima sgassata incassa il rigore del tris (78’ ROSI sv Ritorno in campo per aggiungere equilibrio).
SGARBI 6.5 Aggressivo nell’anticipo, concentrato nei duelli ravvicinati.
ANGELLA 7 Determinante nel coprire Fulignati in avvio di ripresa, sgonfia la potenza di Miracoli e genera il vantaggio con un imperioso stacco di testa.
CRIALESE 6.5 Pendolino che spacca il minuto e recapita un pallone con la carica giusta sulla testa di Minesso.

Burrai: “Con il 4-3-3 giochiamo un calcio più offensivo”

MOSCATI 6 Frizzantino. È ingranaggio fluido della corsia destra fino al cambio (45’ SOUNAS 6 Alza i giri del motore).
BURRAI 6.5 Più cercato e più trovato, aumenta il ventaglio di soluzioni a disposizione, entra nel vivo ed è freddo nel mettere in ghiaccio la vittoria dal dischetto.
VANBALEGHEM 6 Un diesel che piano piano macina tutti gli avversari.

Caserta: “L’errore di Fulignati? Si nota di più perché è il portiere, ma…”

MINESSO 7 E sono cinque in tre gare. Tutti con il cervello e una frustata di testa che non lascia scampo al portiere. Sparge fosforo ed esplosività in area di rigore, si fa respingere il penalty ma la prestazione resta top (64’ VANO 6 Scheggia la traversa con un pallone più che invitante e sfiora ancora il gol. Impatto energico sulla gara).
MURANO 6 Sfiora l’incrocio con un lampo destro dopo un bel duetto con Falzarano (50’). Cresce alla distanza aprendo porte per i compagni (72’ LUNGHI sv Colleziona altri minuti fra i grandi per festeggiare il primo contratto).
FALZERANO 6.5 La chance da titolare è ghiotta e ha spazi e palloni per incidere. Sembra un pomeriggio stregato quando cicca clamorosamente il controllo solo davanti al portiere (54’), invece brucia la concorrenza e trova il tap in sul rigore respinto per il primo gol stagionale (73’ KOUAN sv Dentro per congelare la gara).
CASERTA 7 È la prima senza Melchiorri e presenta un tridente mobile e una costruzione palla a terra per sfruttare la velocità dei grifoni. Muove le proprie pedine con intelligenza, il Perugia segna ancora tre volte e porta a 13 il numero di marcatori stagionali: una piccola orchestra del gol.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Pagelle