Resta in contatto

Grifoni In Rete

I 16 anni di Rosi, l’anima All Blacks di Moscati: la celebrazione è anche social

I due grifoni contro la FeralpiSalò hanno giocato, rispettivamente, la quattrocentesima e la trecentesima partita tra i professionisti

Ed è quando entri in campo per la quattrocentesima volta che rivivi nella tua testa i “16 anni pieni di pazzie, incertezze, glorie e fallimenti” che ti hanno portato fino a là. Ed è mentre aspetti il fischio iniziale della tua trecentesima partita tra i professionisti che ricordi i comandamenti che ti hanno permesso di essere quello che sei oggi. Così, due grifoni contro la FeralpiSalò hanno fatto cifra tonda di presenze tra i pro: 400 per Aleandro Rosi e 300 per Marco Moscati.

Nei giorni successivi i due hanno celebrato nei social il traguardo raggiunto. Entrambi hanno voluto condividere una grafica realizzata ad hoc, con la loro “versione” nelle diverse squadre in cui hanno giocato. I pensieri sicuramente si sono affollati durante la partita e  poi si sono intensificati nei giorni successivi. Così il capitano, che a Perugia ha giocato 70 delle 400 partite, ha lasciato un messaggio che può valere d’insegnamento per la vita di ognuno: “Senza sogni e senza rischi sarebbe come morire senza vivere”. Moscati, che ha disputato 111 partite da grifone, ha scelto come didascalia i 15 comandamenti degli All Blacks raccolti da James Kerr in un libro pubblicato nel 2019.

Il pensiero di Rosi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Aleandro Rosi (@aleandro.rosi22)

I 15 comandamenti di Moscati

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Moscati (@marco_moscati)

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Grifoni In Rete