Resta in contatto

Le pagelle di Calciogrifo

Ravenna-Perugia 0-3: Rosi al bacio, Negro su

Il Grifo ha espugnato il Benelli con il cambio di passo nella ripresa trainato dall’ex capitano, protagonista con gol e assist. Dei subentrati Bianchimano e Burrai le altre reti del tris: queste le pagelle biancorosse di calciogrifo.it

MINELLI 6.5

Coraggioso e fortunato nel corpo a corpo in uscita bassa su Sereni (20′), tanta reattività sul lob in velocità di Ferretti (23′). Ripresa di ordinaria amministrazione.

ROSI 7.5

Toglie il coperchio alla partita e ci trova dentro tre punti. Lesto per la zampata del vantaggio, corre baciando la maglia. Alla prestazione top aggiunge l’assist del raddoppio con un cross di alta qualità. Uomo partita.

NEGRO 6.5

Più gira il cronometro e più diventa padrone prendendole tutte con eleganza e pulizia nell’impostazione. Vicino al bersaglio con la nuca (45′), aumentano i rimpianti per una stagione a singhiozzo.

MONACO 6

Salito di grado con la fascia di capitano, pulisce puntualmente l’aria piccola dopo il primo intervento di Minelli (20′) e non perde le misure sugli attaccanti di casa.

CRIALESE 6

Sorpreso un paio di volte da Shiba sulla corsia, in spinta manca precisione al cross. Palo esterno con un colpo di testa sporco su corner (40′).

KOUAN 6

Va a caccia di tutti i palloni, da una parte con poca precisone, dall’altra mettendo infinita pressione agli uomini di Colucci.  Scheggia il palo (56′) con un destro incrociato.

VANBALEGHEM 6

Rallentato dal traffico dell’ora di punta nel cerchio di centrocampo, quando riabbassa il raggio d’azione trova tempi e spazi per dare aria alla manovra.

SOUNAS 6

Fa il postino portando tanti palloni da recapitare nei piedi dei compagni che vanno alla ricerca della superiorità numerica.

FALZERANO 6

Avvio pimpante su tutto il fronte offensivo, piano piano finisce per rimanere imbrigliato nella ragnatela romagnola.

ELIA 6

Non è scintillante, spesso finisce oscurato dalle maglie di casa, però trova la classica giocata di qualità per ispirare il gol “spacca partita”.

MURANO 6

I palloni invitanti sono merce rara e oltre alla lotta costante c’è il grintoso colpo di testa che mette in crisi Tomei e spalanca la porta a Rosi per la svolta del match.

BURRAI 6.5

(dal 58′ per Falzerano) Aggiunge sicurezza in tutta la squadra e disegna la dolce punizione che chiude la contesa. Terzo centro personale.

MELCHIORRI 6.5

(dal 64′ per Murano) Impatto deciso sulla gara, la difesa ravennate vacilla e solo Tomei, due volte (68′ e 71′ ), gli nega il gol.

BIANCHIMANO 7

(dal 64′ per Elia) Si conferma il “dodicesimo” del momento e dopo l’assist decisivo con la Triestina trova il gol di testa (settimo centro) che mette i 3 punti in cassaforte.

CANCELLOTTI S.V

(dal 79′ per Rosi) Uno spezzone di gara in cui c’è solo da evitare problemi.

DI NOIA S.V.

(dal 79′ per Crialese) Pochi minuti per tenere chiuse la corsia e la partita.

CASERTA  6.5

Match ad alta tensione anche per un’impostazione (4-3-1-2) che si scontra con la compattezza del Ravenna. Ridisegna in corsa il Grifo e la difesa a 3 produce nuove soluzioni insieme all’impatto ancora decisivo dei subentrati.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Le pagelle di Calciogrifo