Resta in contatto

Approfondimenti

Grifo, il pagellone di fine anno: Favalli porta sostanza

L’approfondimento sulla stagione dei grifoni: il terzino ha ripetuto l’impresa fatta con la Reggiana (questa volta senza play off) fornendo buone prestazioni

Nel 2020 con la Reggiana, nel 2021 con il Grifo. Alessandro Favalli è uno di quei giocatori arrivati in estate con l’esperienza per vincere un campionato di C. Il difensore si è dimostrato una carta vincente: ha infatti portato a termine la missione che aveva già completato l’anno precedente in Emilia Romagna. Da lui partiamo con le pagelle sui terzini sinistri, per chiudere il reparto arretrato.

EVERGREEN

Tra panchine e acciacchi vari sparsi per il campionato, non c’è stato un vero e proprio “Favalli moment” in questa stagione. Spieghiamo meglio. Dalla trasferta in casa del Legnago, in cui è entrato per la prima volta in campo con la maglia del Perugia, al match del Curi con il Sudtirol, l’ultima partita giocata in stagione, ha disputato in tutto venti partite. Il terzino per Caserta è stato un evergreen. Lui ha ricambiato con spinta offensiva e sostanza difensiva.

GOL NEL CAPOLAVORO

Favalli ha messo il timbro in uno dei capolavori della stagione biancorossa. La netta vittoria per 3-0 contro il Modena è stata una partita in cui i biancorossi hanno mostrato tutte le loro abilità offensive e le capacità di fraseggio rapido. A segnare il gol della tranquillità, in attesa che Murano chiudesse i conti, è stato proprio il terzino che prima aveva fornito due assist contro Ravenna e Arezzo.

VOTO: 6,5

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti