Resta in contatto

Approfondimenti

Grifo, il pagellone di fine anno: Vanbaleghem, un francese alla conquista di Perugia

L’approfondimento sulla stagione dei biancorossi: il centrocampista è arrivato in sordina per poi ritagliarsi sempre più spazio e diventare un giocatore chiave

Questione di adattamento. Valentin Vanbaleghem ha avuto bisogno di tempo per adeguarsi all’Italia e al nostro calcio. Ma quando è terminato il periodo iniziale di rodaggio ha mostrato la sua qualità e Caserta non ne ha più fatto a meno.

Regalo natalizio

Sotto l’albero di Natale, il Grifo ha trovato un tassello prezioso per la cavalcata promozione. Il francese fino al 23 dicembre infatti ha giocato solo qualche spezzone di partita. La partita al Curi contro il Ravenna è stata quindi la prima da titolare in biancorosso. Da là ha giocato quindi partite su ventidue, rimanendo quasi sempre in campo fino alla fine.

Doppio ruolo

Con più o meno successo la sua duttilità si è rivelata fondamentale. Vanbaleghem arrivato a Perugia come centrocampista, nel corso della stagione ha giocato anche da centrale. Se a Gubbio l’esperimento, dettato dall’emergenza nel reparto arretrato, è andato male, in diverse partite (vedi per esempio Ravenna) il suo abbassamento nella linea a tre è stata una mossa decisiva. Senso della posizione e visione del gioco, il francese è cresciuto con il passare delle partite e si è preso il Grifo.

VOTO: 7

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Grifone Fontivegge
Grifone Fontivegge
11 giorni fa

Sono molto curioso di vederlo in Serie B. Essendo molto tecnico per la C, in teoria dovrebbe trovarsi meglio. Credo dipenderà molto dal modulo

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
11 giorni fa

Van Baleghem è il centrocampista che da anni il Perugia cercava. È giocatore fisico tecnico. Forse un po’ lento. Ma quando c è da mena’ mena. Non si tira indietro. Da riconfermare assolutamente.

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti