Resta in contatto

News

Grifo, ecco lo staff di Alvini: tre storici collaboratori e un nome da Champions League

In due lo seguono da Reggio, con un terzo ci ha collaborato a Pistoia e il quarto è volto nuovo dell’equipe

“Voglio che a giudicarmi sia il campo”. Così Massimiliano Alvini si è presentato a Perugia, con il fazzoletto biancorosso nel taschino della giacca a trasmettere subito un senso d’appartenenza. Un legame quello con il Grifo che parte indirettamente da lontano e rappresenta un punto di arrivo chiudendo un cerchio della sua vita. Tanta gavetta e dedizione, così da essere un rappresentante di scarpe che guardava il Curi da fuori è diventato il tecnico che guiderà da dentro i grifoni.

Per quel “lavoro” che è diventata a tutti gli effetti la parola dell’anno del Grifo, l’unico strumento con cui competere contro le corazzate economiche, Alvini si è circondato di uno staff di fiducia. Renato Montagnolo è il vice allenatore più giovane delle prime di A e B. A trentadue anni è già in possesso del patentino Uefa A e lavora con il tecnico toscano da sei anni. Da Reggio arriva anche Francesco Bonacci nelle vesti di collaboratore tecnico.

Nome relativamente nuovo quello di Massimo Gazzoli: il preparatore dei portieri ha indossato i guanti in Serie B e in Serie C militando principalmente a Lucca, oltre che nel Genoa, nell’Empoli e nel Pisa. E’ venuto al Curi quattro volte da avversario. Ha passato gli ultimi due anni di questa sua seconda carriera alla Virtus Entella e ha lavorato insieme ad Alvini a Pistoia, per poi venire richiamato in Umbria. Sarà invece la prima volta che il tecnico di Fucecchio collaborerà con Paolo Artico. Per il preparatore atletico, il cui profilo è stato scelto di comune accordo con la società, parla il curriculum: partito dal Torino, ha trascorso sei anni nell’Udinese che ha giocato anche in Champions e in Europa League. Poi Bari, Palermo ed Ascoli, dove due anni fa è stato decisivo per la salvezza. Infine Brescia e ora Perugia, dove dovrà sostituire il buon lavoro fatto da Chinnici. A tracciare una linea di continuità con il passato e con la peruginità c’è Matteo Valeri, addetto al recupero degli infortuni. Sarà presente anche un match analyst che però non è ancora stato comunicato.

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Valter
Valter
1 mese fa

Forza Mister, non sei venuto con la piena del Tevere….. bella questa!!! Solo da un perugino poteva esser detta. In bocca al lupo!!!!!

Gabriele B.
Gabriele B.
1 mese fa

In bocca al lupo mister Alvini per il resto leggo un nome nel suo staff diciamo “importante” che è quello di Artico preparatore già con diversa esperienza anche in squadre di alto livello. Una chiosa, leggo che a “qualcuno” non è piaciuta la conferenza di Giannitti e Alvini il primo perché parlerebbe troppo romano e da “terza media” il secondo perché umile e con occhi bassi chiudendo poi col solito fatto di non vedere l’ora che se ne vada il presidente e pure i giornalisti che “osano” giudicare in modo positivo o neutrale la società. Bene diciamo che forse sarebbe… Leggi il resto »

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
1 mese fa

Cari freghi. Ho una sensazione strana ma bella. Scommetto un caffè da prendere al Bar Gingillo di S. Marco che Alvini c’è riporta in serie A. Me lo saprete ardi”’

Ceselli
Ceselli
1 mese fa

Spero che sia la volta che si apre un ciclo. Ne abbiamo bisogno.

Andrea
Andrea
1 mese fa

Grande entusiasmo ed emozione da parte del mister, ma poi dipenderà dalla squadra che verrà allestita … Che Dio ci aiuti !

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
1 mese fa

Alvini a me tifoso del Grifo di 68 anni mi trasmette entusiasmo e forza. Come quando nel 2000 venne Serse Cosmi. Trasmette la stessa voglia di emergere nel silenzio del lavoro sul campo

Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da News