Resta in contatto

News

Il Perugia stoico se l’è giocata: 1-1 a Pisa

De Luca ha risposto dal dischetto alla rete di Marsura. Biancorossi in dieci nel finale per l’espulsione di Zanandrea

Un punto preziosissimo per come arrivava il Perugia alla gara e per come si era messa la partita. Alvini sorride al triplice fischio finale ed accenna un esultanza perché i suoi ragazzi se la sono giocata in casa della capolista Pisa. Le occasioni più ghiotte nel corso del match anzi sono proprio dei grifoni. Primo tempo acceso all’Arena Garibaldi con il primo squillo che arriva già al 2′: Sibilli manda fuori di poco. Risponde subito il Grifo: bordata di Burrai dal limite, Nicolas para maldestramente senza bloccare e Lisi sulla ribattuta si divora il gol del vantaggio. Il portiere nerazzurro si farà perdonare compiendo una bella parata poi sull’incornata di De Luca. Sul ribaltamento di fronte i toscani sbloccano il risultato: Marsura punta Sgarbi ed entra in area accentrandosi dalla sinistra. Non ci arrivano Dell’Orco di testa o Chichizola in tuffo, pallone all’angolino. Al 22′ Kouan segna il gol del pari ma viene annullato per fallo in attacco di De Luca.

Decisioni arbitrali contestate in area biancorossa con due rigori chiesti dai padroni di casa: prima per fallo su Lucca e poi su Touré. Nella seconda frazione calano i ritmi e le prime palle gol arrivano dopo venti minuti passando per i piedi di De Luca che prima prova a servire Zanandrea (tiro respinto dalla difesa del Pisa) e poi calcia dai ventri metri senza inquadrare la porta. Sliding doors al 70′ quando il subentrato Gucher colpisce la gamba di Sgarbi sugli sviluppi di un corner. Grazie all’on field review Miele assegna il rigore trasformato dall’attaccante biancorosso ex Samp spiazzando Nicolas. Molti più dubbi su quello arrivato per la trattenuto di Zanandrea su Lucca e che costa il secondo giallo con conseguente espulsione al difensore. L’attaccante, al termine di una partita in cui non si è mai reso pericoloso, va dal dischetto ma rispetto al collega biancorosso cambia l’esito: Chichizola indovina l’angolo e para. Da là il Perugia in inferiorità numerica e arrivato a Pisa privo di Rosi, Curado, Angella, Falzerano, Carretta e Santoro penserà a portare a casa il pareggio. Decisiva la parata di Chichizola nel recupero su Gucher. Il Grifo non cade a Pisa e si preparerà ora al meglio alla sfida delicata di venerdì contro il Vicenza.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Non può giocare come professionista lo vedo bene con il pretola sulla fascia destra vicino al Tevere a chiappa le libellule no comment"

Grifo, prendi un attaccante e un centrocampista: le vostre richieste di mercato

Ultimo commento: "Diamogli anche Giulini in omaggio, visto che ci siamo XD"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News