Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Grifo ci mette il cuore ma l’assedio non va(r): vince il Benevento (0-1).

Il Perugia domina ma festeggiano i giallorossi grazie al rigore trasformato da Forte

Il Grifo domina ma non vince. Caserta tornato al Curi alla guida del Benevento batte la sua ex squadra grazie ad un rigore che ha fatto e farà molto discutere ma è regolare. I biancorossi comandano il gioco nella prima frazione concedendo s0lo due tiri dal limite ai sanniti: Chichizola blocca la conclusione di Tello (4′) e quella di Forte (24′). I padroni di casa creano invece diverse palle gol peccando però di precisione. Manda fuori Angella dopo un batti-ribatti sugli sviluppi di un corner (8′). Palerari non deve sporcarsi i guanti sulla girata di Matos deviata da Glik (20′) e sulla svirgolata di De Luca (22′). Si rende pericoloso anche Santoro con un’incursione nell’area avversaria: il tiro del 25 viene però mandato in corner da Glik (40′). Sliding doors del match quando Abbattista fischia la fine del primo tempo. Mentre le squadre si stanno dirigendo verso il tunnel che porta agli spogliatoi, l’arbitro viene chiamato dal Var e valuta da rigore il tocco di mano di Angella su colpo di testa di Glik. Dal dischetto va l’ex Forte che spiazza Chichizola e festeggia il gol che a fine match sarà decisivo. Finisce quindi per la seconda volta il primo tempo.

Ad inizio ripresa i grifoni sembrano accusare lo svantaggio. Provvidenziale Chichizola ad evitare il 2-0 prima sulla conclusione di Forte (51′), che con il corpo difende bene il pallone e si libera della marcatura di Ghion, e il tiro a giro di Insigne (54′) al termine di una cavalcata a campo aperto. Poi Alvini suona la carica e i grifoni riprendono in mano il dominio del gioco. De Luca (63′) colpisce la barriera a Paleari battuto su punizione battuta da Lisi dalla sinistra. Il Grifo non demorde e getta nella mischia anche tre punte contemporaneamente (De Luca, Olivieri e Carretta). Sgarbi manda fuori di testa dando solo l’illusione del gol (80′) e Palerari (84′) respinge con un intervento importante la botta di Ferrarini dal limite. La conferma che sia una giornata storta arriva in pieno recupero quando il Grifo, in dieci uomini per l’espulsione di Kouan per doppia ammonizione (86′), va vicinissimo ad un pareggio che probabilmente sarebbe stato comunque un risultato che stava stretto. Il Benevento respinge però sul colpo quasi a botta sicura di De Luca (92′). Nel finale sale anche Chichizola in area per un corner. Improta calcia da ottanta metri, Ferrarini allontana sulla riga e Abbattista fischia la fine della partita. Festeggia il Benevento, ma il Grifo trova l’ennesima conferma della bontà del percorso intrapreso. Alvini ha preparato in maniera ottimale la partita confrontandosi ancora alla pari (e anche qualcosa in più) contro una delle big candidate alla promozione diretta.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le scelte del tecnico biancorosso per la sfida di questa sera contro la formazione di...
spal perugia 2023-2024 christian kouan
Dai quotidiani locali - Ricci può affiancare Vazquez in avanti, Kouan favorito su Agosti a...
pucciarelli empoli
Con l'attaccante esterno il nuovo tecnico dei marchigiani avrà più soluzioni offensive, c'è anche l'ex...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie