Resta in contatto

Calciomercato

Nesta post Spal: “Il mercato fa il modulo del Perugia”

“Abbiamo migliorato l’approccio, siamo partiti subito al fischio dell’arbitro e poi abbiamo gestito bene la partita”.

Alessandro Nesta è uscito sereno dal test pareggiato 0-0 con la Spal. “Abbiamo fatto tre o quattro cose bene in fase offensiva e in fase di non possesso abbiamo coperto il campo concedendo quasi nulla”. Merito anche del nuovo 3-5-2  perché “piano piano arrivano i giocatori dal mercato e indirizzano anche le scelte del modulo. Non siamo riusciti a prendere elementi per il 4-3-1-2 e siamo pronti a cambiare”. L’organico è ancora a metà e “nulla è cambiato”, ha precisato Nesta e per questo “se arrivano 8-10 giocatori poi non dico che bisogna ricominciare da capo ma va intrapreso un nuovo percorso. Belmonte? Alleno chi ho in rosa e ho un buon rapporto con Nicola. Io non faccio mercato se no vado in confusione”. In avanti c’è bisogno di “un numero 9, un giocatore che mette dentro quello che passa in area. La certezza – ha concluso Nesta – è che mi fido della società perché mi ha detto che farà la squadra e ha sempre mantenuto le promesse”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Calciomercato