Resta in contatto

News

Qui Salernitana: contro il Grifo è Di Tacchio l’anti Vido

Per il tecnico granata Colantuono scelte obbligate in difesa e continuità a centrocampo. In avanti si giocano una maglia Jallow e Bocalon.

La Salernitana si prepara, rigorosamente a porte chiuse, alla sfida di domenica contro il Perugia. Per il match dell’Arechi il tecnico granata Colantuono dovrebbe scegliere la linea della continuità. Poco cambia rispetto all’undici che ha affrontato la Cremonese due settimane fa. La convinzione, nell’idea dell’ex allenatore biancorosso, si è consolidata durante la sosta. Nel 3-5-2 granata in difesa gli uomini sono contati per la squalifica di Schiavi (scontato un turno dei 4 dopo il ricorso) e gli infortuni di Perticone e Bernardini. Davanti a Micai dunque spazio a Mantovani, Migliorini e Gigliotti.

Sulle fasce saranno riproposti Casasola e Vitale, in mediana le mezzali sono Castiglia e Odjer (in vantaggio su Akpa Akpro), mentre Di Tacchio ha il compito di proteggere la difesa della Salernitana. Contro il probabile 4-3-1-2 del Perugia di Nesta sarà proprio il mediano ed ex di giornata a “curare” il trequartista del Grifo. Il bomber Vido o l’alternativa Verre.

In avanti l’unico vero ballottaggio per la maglia accanto a Djuric. Bocalon in questo momento si lascia preferire per freschezza atletica visto che Jallow è reduce dal tour de force con la Nazionale, eliminata dalla prossima edizione della Coppa D’Africa. Se il gambiano dovesse fornire però le adeguate garanzie di tenuta fisica partirà probabilmente dal primo minuto.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] della Salernitana viaggia in direzione di una conferma del 3-5-2, come provato anche nella giornata di giovedì, ma non sono escluse alcune varianti, almeno in corso […]

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News