Resta in contatto

Approfondimenti

Nesta, a Livorno l’occasione di tante prime volte con il Grifo

Manca il successo esterno al tecnico biancorosso, il Perugia non ha ancora trovato la “doppietta” in stagione per lo scatto in classifica.

Riparte, con la tappa di Livorno, la caccia di Sandro Nesta al primo successo in trasferta sulla panchina del Perugia. E se il Grifo vuole fare uno scatto in classifica ha estremo bisogno di invertire la negativa tendenza lontano dal Curi.

L’obiettivo è multiplo. Trovare il primo blitz della stagione e mettere insieme due successi in fila. La “doppietta” non è ancora mai arrivata in questo campionato. Anzi, dopo ogni vittoria il Grifo di Nesta ha sempre incassato una doppia sconfitta. Battuto l’Ascoli in casa sono arrivati i ko di Palermo e con il Carpi al Curi. Battuto il Venezia c’è stata la doppia fermata esterna, per quanto immeritata, a Salerno e Verona.

Ora, sconfitto il Padova in extremis, il Perugia fa visita all’ultima della classe. Il Livorno ha il peggior attacco casalingo con sole due reti segnate e il terzo peggior rendimento interno con una vittorie a tre sconfitte (peggio Foggia e Carpi). Ma il Grifo in trasferta non ha ancora messo il turbo, anzi. Solo Padova e Ascoli hanno fatto meno punti dei grifoni lontano dalle mura amiche. La squadra di Nesta conta due pareggi, a Brescia e Cosenza, più tre sconfitte. E la terza peggior difesa con 10 reti incassate.

A Livorno dunque Melchiorri e compagni arrivano con una lunga serie di tabù da sfatare. La vittoria esterna manca tremendamente a una squadra che vuole iniziare a correre. E in terra toscana il successo non arriva da quasi mezzo secolo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] le palle inattive, comunque in palio ci sono punti vitali per entrambe le squadre. Il Grifo non ha mai vinto in trasferta né messo insieme due successi in fila, il Livorno è ultimo in classifica e rischia di perdere i […]

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti