Resta in contatto

Approfondimenti

Perugia, Nesta sfida Breda: missione sorpasso

Il tecnico del Livorno, che arriva da ex al Curi, vanta ancora la miglior media punti sulla panchina del Grifo. Ma l’attuale allenatore scavalcherebbe il collega proprio con un successo nello “scontro diretto” di sabato.

Nesta sfida Breda. Il match di sabato tra Perugia e Livorno non può certo essere banale. L’allenatore del Grifo, meno di un anno fa, ha sostituito proprio l’attuale tecnico amaranto che aveva appena centrato la qualificazione ai play off di serie B dopo una lunga risalta alla guida di biancorossi.

Ma c’è di più. Accanto al desiderio di rivalsa del “normalizzatore” veneto, nei confronti del club di Santopadre più che dell’ex difensore di Lazio e Milan, c’è una piccola grande sfida interna. Fatta di numeri e statistiche, accanto all’evidente valore che ha il match per la classifica e i rispettivi obiettivi di Perugia e Livorno.

Il Grifo di Nesta, con 41 punti in 27 gare stagionali, viaggia in questa pazza annata alla media di 1,51 punti a partita. La migliore, con questo numero di gare giocate, dal ritorno del Perugia in Serie B. Ma l’attuale tecnico biancorosso non è quello che ha fatto più punti. È infatti proprio Breda, che un anno fa aveva ereditato la squadra da Giunti, a vantare il miglior bottino sulla panchina del club di Pian di Massiano.

In campionato, con il Perugia, l’allenatore veneto ha fatto tanti risultati. Almeno fino al drammatico ko nel derby di ritorno che ha portato la parabola biancorossa in picchiata fino all’esonero. Comunque sia Breda vanta una media di 1,56 punti alla guida del Grifo.

Se sabato Nesta batte il Livorno, però, andrebbe a scavalcare il collega. Il Perugia attuale infatti salirebbe a quota 44 punti in 28 partite. Portando la media a 1,57 punti. E la missione sorpasso sarebbe compiuta.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] del Perugia sfida il collega amaranto, sostituito un anno fa proprio sulla panchina biancorossa. “Il fattore emotivo c’è, […]

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti