Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Perugia: Gyomber solo contro tutti, flop Fernandes

Prestazione da dimenticare in casa del Pordenone. Il Grifo è uscito sconfitto 3-0 e rientra a Pian di Massiano con tanti calciatori sottotono e in piena crisi d’autunno.

Ancora a secco il Grifo in casa del Pordenone e con tre palloni raccolti nella porta di un positivo Vicario. Oddo aveva poca scelta dalla cintola in giù, in avanti però non ha trovato gli incastri giusti. Ancora invisibile Dragomir, qualche sprazzo del vero Balic. Le pagelle di CalcioGrifo.

VICARIO 6.5 Al netto di un paio di uscite “allegre”, evita il naufragio totale con due interventi top e l’aiuto della traversa. Battuto solo da palloni all’angolino.
ROSI 5 Tanti chilometri a vuoto, il tentativo di scuotere i compagni con un bolide da 40 metri prima dell’intervallo e un costante “misunderstanding” con Falzerano che inchioda la corsia destra.
GYOMBER 6.5 Per larghi tratti strapazza Strizzolo, ma alla fine è solo il degno protagonista di “un uomo solo contro tutti” che non basta a tenere a galla la squadra.
FALASCO 5 Nello scontro a fuoco con gli attaccanti di Tesser esce gravemente ferito.
DI CHIARA 5 Un sacco pieno di palle lunghe e un altro di innocui cross dalla trequarti.
FALZERANO 4.5 È un ingranaggio che gira ad altre frequenze ma a ritmi troppo diversi dal resto della squadra. Poco filtro e tempi di gioco che sballano. Ha un pallone che sembra solo da spingere dentro (26’) su un corner di Balic, manca l’appuntamento.
BALIC 5.5 Esce dal pressing con qualità e personalità e, per una fetta di primo tempo, manda fuori giri i padroni di casa. Non trova grande assistenza, si assopisce e Gavazzi lo fredda (56’ CARRARO 5.5 Minutaggio limitato, apporto limitato).
DRAGOMIR 4.5 Un anno fa si era preso la maglia da titolare con un oscuro lavoro da equilibratore. Oggi non lascia tracce.
FERNANDES 4.5 Leggero, fumoso: una manciata di palle toccate e perse. Fuori partita (56’ BUONAIUTO 5 Aggiunge troppo poco per riaprire il match).
IEMMELLO 5 Si “sporca le mani” lucidando qualche pallone infangato, poi si allinea allo standard della squadra.
MELCHIORRI 5 È poco supportato e fornisce poco supporto. Si muove male in cerca di gloria (64’ FALCINELLI 5 La partita è compromessa ma non arrivano segnali).

“Perugia immaturo, quando si creano false speranze…”

ODDO 5 Risultato e prestazione aprono una concreta crisi di pieno autunno. Il fango è un handicap per il suo Grifo palla a terra ma il gap con i ramarri di Tesser, con il passare dei minuti, è diventato enorme sul piano del furore. Concede troppi minuti a Fernandes.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Una squadra in campo con giocatori di valore medio di 1milione di euri (transfermarkt) che, vergognosamente, si arrende ai tiri di tre giocatori dal valore medio di 250mila euro!! Questo sta a dimostrare che se al Grifo serve grinta in campo c’è da cambiare teste e strategie! In bocca la lupo a noi.

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Pagelle