Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Grifo: Nicolussi sopraffino, scudo Falcinelli

Il Perugia ha fatto l’impresa eliminando il Sassuolo dalla Coppa Italia e il talentino juventino ha dato spettacolo insieme a Fulignati. Grande sacrificio dell’attaccante perugino.

Nessuno lo voleva nemmeno sussurrare ma, in casa biancorossa, un pensierino al colpo grosso in casa del Sassuolo qualcuno l’aveva anche fatto. A cominciare probabilmente dal presidente Santopadre. Sul campo i grifoni hanno tradotto al meglio l’opportunità che offriva il match per regalarsi gli ottavi di finale a Napoli. Primo gol in biancorosso per Mazzocchi (il secondo fra i pro) e primo in assoluto di Nicolussi Caviglia. Le pagelle di CalcioGrifo.

FULIGNATI 7.5 Para sostanzialmente tutto il parabile e anche qualcosa in più. Come l’ultima zampata di Djuricic in pieno recupero, fermata sulla linea per blindare il viaggio verso il Vesuvio.
MAZZOCCHI 7 Gran gol di testa con un taglio sul primo palo da bomber di razza. Primo centro con il Grifo che vale oro. Va in riserva nella ripresa (66’ FALZERANO 6 Si piazza sulla fascia per fornire equilibrio).
GYOMBER 7 Altro match di grande spessore, al netto di un dribbling avventuroso con tanto di pallone scippato dagli avversari e parata di Fulignati. Alza bandiera bianca per un risentimento e la squadra soffre (80’ NZITA 6 Tiene botta con qualche affanno nel convulso finale)
FALASCO 6 Va in difficoltà quando il fraseggio neroverde diventa rapido e palla a terra, limita al massimo gli errori.
DI CHIARA 6 Gara di personalità, con alcune sbavature e un salvataggio da favola dopo il palo di Duncan (56′). Nel finale si immola rischiando grosso ma limitando anche il raggio d’azione di Djuricic.
BALIC 6.5 Gran primo tempo con inserimenti costanti e tanta mobilità per liberare Carraro dalle strettissime marcature emiliane. Tiene duro anche alla distanza.
CARRARO 7 Pilastro tattico che gioca solo apparentemente semplice. Sgonfia con tecnica e furbizia l’intensa pressione fisica degli uomini di De Zerbi.
NICOLUSSI CAVIGLIA 7.5 Tocco di palla sopraffino, dinamismo esplosivo e il primo gol tra i professionisti con una punizione astuta e secca. Gara talmente totale che può anche permettersi di “ciabattare” il tris dopo una corsa di cinquanta metri.
FERNANDES 6.5 Inizia con la traiettoria velenosa che ispira il gol del vantaggio, poi con un paio di giochi di prestigio mancini va vicinissimo al bersaglio grosso facendo tremare la traversa (66’ SGARBI 6 Deve guidare la retroguardia nel complesso finale).
CAPONE 6 Diligente nello sdoppiamento trequartista-mezzala. Gli manca lucidità nei sedici metri finali.
FALCINELLI 6 Fa da scudo con la fascia di capitano sul braccio, i compagni affondano il colpo. Lavora tanti palloni sporchi e rimedia la punizione del raddoppio. Meno incisivo nella stoccata verso la porta avversaria.
ODDO 7 Costruisce l’impresa (che non definisce tale) con rotazioni ragionate nel sistema diventato di riferimento. Decisivo l’approccio al match come le soluzioni in corsa per tamponare l’ondata neroverde.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Come ha detto mr ODDO nn esageriamo chiamandola impresa(il Sassuolo aveva diversi Primavera)! Ottima prova, ma pensiamo al CS e a raggiungere al + presto la salvezza. Il NA è una “vacanza premio”( nn scordiamoci l’1-8 di UD)

Mauro
Mauro
5 mesi fa

Bravissimi tutti siamo sulla strada giusta…sottolineo tutti non solo i 14 che hanno giocato ma proprio tutta sa squadra. Diego credo abbia fatto una partita bellissima non sicuramente solo da sei. Grande Diego

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Pagelle