Resta in contatto

Approfondimenti

Il “Davide” Grifo affronta “Golia” Benevento

Nel turno infrasettimanale al Curi la sfida, sulla carta, è proibitiva per il Perugia di Cosmi, in crisi d’identità e risultati. Dall’altra parte c’è una squadra che vola senza più dubbi verso la Serie A

Un fanciullo contro un gigante. Il piccolo Perugia del girone di ritorno, nella 27esima giornata del campionato di Serie B, aspetta il colosso Benevento.

La sfida di martedì 3 marzo al Curi, sulla carta, è senza grandi chance per i biancorossi di Cosmi.

Stop & go

Il Grifo è nella fase più difficile della stagione, senza gol e punti da quattro gare. Le streghe di Inzaghi (i precedenti col Perugia) volano, in vetta, sulle ali di entusiasmo e qualità con 17 punti di vantaggio sulla prima inseguitrice (Frosinone) e 20 sulla terza (Spezia).

Un girone agli antipodi

Il 19 ottobre 2019 il Perugia è uscito sconfitto dalla trasferta di Benevento ma comunque quinto in classifica dopo l’ottimo avvio di stagione. È passato un girone e le due squadre hanno viaggiato su frequenze diametralmente opposte. I grifoni hanno messo insieme 19 punti con un rendimento da play out. Le streghe hanno fatto 45 punti (media 2,5 a partita) e, dopo aver perso l’unica gara della stagione a Pescara, hanno infilato 17 risultati utili di fila con 14 vittorie, 3 pareggi, 37 gol fatti e 7 subiti.

Davide contro Golia

Il Benevento va in rete ininterrottamente da 17 partite e al Perugia di Cosmi servirà una prova super per muovere una classifica inchiodata da quasi un mese. Il calcio è però sorprendente e anche il coraggioso Davide può sopraffare Golia.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Se lo Spezia era il Real Madrid….vabbhè…forza Grifo sempre e comunque.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Gli faranno una montagna di goal a questi vagabondi andassero a piantare il tabacco forse e anche troppo per loro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Si si.eee

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Troppo forti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Sa che tranvata😫😫

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Anche se è rotonda rotola sempre dall’altra parte

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Stasera conta solo vincere devono SPUTARE SANGUE in campo i calciatori del Grifo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

certo oggi abbiamo solo da perdere e dopo Pisa sperando di non essere sommersi…. poi la palla è rotonda e tutto può accadere anche una loro serata storta…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Leggendo il pensiero di Serse…questa è la partita giusta…sperando che questi pseudo calciatori…si ricordino dove sono…e con chi giocano….Forza Grifo!

Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grandissimo giocatore un mito per noi perugini, non ce n'era per nessuno quando in quei tempi c erano veramente CAMPIONI, GRANDE TIGRE, .GRAZIE ..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti