Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Perugia-Vis Pesaro 2-1, Caserta: “Grande reazione, tre punti preziosi”

L’analisi del tecnico biancorosso dopo il terzo successo consecutivo che avvicina la sua squadra alla vetta della classifica. “È stato fondamentale perdere male a Mantova…”

Nove punti in otto giorni hanno rigenerato spirito e classifica del Grifo. Con la Vis Pesaro, dopo due gare senza gol al passivo, la squadra di Caserta ha firmato un altro tipo di vittoria. Nonostante la doccia fredda del pari ospite, infatti, il Perugia ha comunque trovato il gol vittoria con Dragomir, rigenerato dalla cura del tecnico calabrese. Dragomir ha qualità importanti – ha detto Caserta in conferenza stampa –, veniva da un periodo non positivo, era giù mentalmente e ho solo cercato di fargli capire che nel calcio ci sono momenti belli e meno belli. Ha tanti margini e sono convinto che con il lavoro migliorerà ancora, partita dopo partita”.

Il tecnico biancorosso ha riletto il match portato a casa anche con la testa. “I primi 20-25 minuti siamo andati molto molto bene, abbiamo costruito tanto. Poi siamo calati un po’ dal punto di vista fisico, anche per le tre gare in una settimana. Il sopravvento da parte della Vis Pesaro è stato per colpa mia, per una scelta sbagliata sulla fase di non possesso, ho messo un po’ in difficoltà la squadra. Sono stati bravi i ragazzi a soffrire e nella seconda frazione abbiamo fatto meglio”.

“Abbiamo segnato e potevamo raddoppiare, poi dopo il pareggio i ragazzi sono stati bravissimi a reagire per cercare la vittoria a tutti i costi. Questi 3 punti ci consentono di lavorare con serenità. Sono molto contento per la squadra”. Il cammino è comunque appena iniziato e “c’è sempre molto da migliorare, non solo sulle palle inattive. Dobbiamo lavorare ancora molto perché siamo solo alla settima partita. Bisogna andare avanti con la massima serenità”. Sulla strada biancorossa ci sono stati già grossi intoppi ma “è stato fondamentale, paradossalmente, perdere male e prendere 5 gol a Mantova. Mentalmente – ha precisato Caserta a Umbria Tv – ci ha portato nella realtà della Serie C“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News