Resta in contatto

News

Angella e il rifiuto valso la B: “Mi aveva cercato il Pescara, ma il cuore ha scelto il Grifo”

Il capitano sarebbe potuto andare al Delfino dopo i play out: “Non sono voluto andare nel club che ci aveva fatto retrocedere. Volevo riportare il Perugia dove merita”

Capitano e simbolo della rinascita del Perugia, Gabriele Angella è per questo uno dei grifoni più cercati dai media. Questa volta, dopo l’intervista in cui ha raccontato il campionato e detto di voler rimanere a Perugia, c’è un’indiscrezione relativa alla scorsa estate di mercato.

“La retrocessione è stata una bella botta. Sono arrivato con l’obiettivo di salire in A, ma per un lungo infortunio non ho potuto contribuire al massimo – ha spiegato il centrale a Calciomercato.com – mi sono sentito responsabile e ho deciso di rimanere per riportare il Perugia dove merita“. Il capitano biancorosso avrebbe potuto seguire le orme di Oddo: “Mi ha cercato il Pescara, ma non sono voluto andare nel club che ci aveva fatto retrocedere. Rimanere a Perugia è stata una scelta di cuore”. Vedendo la retrocessione del Pescara e la promozione del Perugia un pensiero che non si è rivelato sbagliato. Un ruolo importante per la permanenza di Angella lo ha ricoperto Caserta: “Ha avuto un impatto importante per la mia decisione. Ha fatto tanta gavetta e farà strada”.

La chiusura è su quanto sia delicato essere il capitano di una squadra storica come il Perugia: “Una grande responsabilità e un’emozione forte. Io porto la fascia ma devo sempre confrontarmi con quei giocatori d’esperienza come Rosi, Burrai, Melchiorri e Falzerano per trascinare la squadra”.

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

BRAVO,,, AVEVI CAPITO CHE ODDO ERA SCARSO????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Grazie ❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Gabrié, divertimoce! ❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

GRANDE GABRIELE!!!
❤️?❤️?❤️?❤️

giuliano
giuliano
4 mesi fa

E bravo Gabriele!
Hai saputo “resistere” alle “sirene” pescaresi.
Non credo sinceramente che sia facile da parte di un giocatore della sua esperienza, e con la carriera che ha avuto.
La “visibilità” per un calciatore tra la B e la Lega Pro è abissale.
Tra 15 giorni le meritate vacanze, il rinnovo e poi pronti per un altro anno intenso !!!

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News