Resta in contatto

BiancoRosso - Il Personaggio

Santopadre: “La priorità è mantenere il Perugia in Serie B”

Il numero uno del Grifo dopo la vittoria nel primo match di Supercoppa e la premiazione per la promozione: “Visti i disastri che ho fatto, è il successo più importante. Ai tifosi della curva dico che…”

“Quando si vince le emozioni sono sempre intense. Non è tanto il successo più bello ma di certo è il più importante dopo i disastri che ho fatto la scorsa stagione”. Così il patron del Grifo, Massimiliano Santopadre, dopo la premiazione al Curi per la vittoria del campionato di C.

Il numero uno biancorosso si gode il momento, condito anche dal match di Supercoppa vinto dal Perugia contro il Como. “Ci teniamo a questo trofeo e ci tentiamo al derby con la Ternana. Sarà una bellissima partita e un antipasto di ciò che ci aspetta in campionato”.

Santopadre guarda anche al futuro perché “l’importante sarà difendere la categoria, la retrocessione ci ha insegnato una cosa: la Serie B è un valore grandissimo e va difesa con le unghie, poi alla squadra penseranno i direttori, ma serve mantenere la categoria”.

“Non c’è grande gioia senza sofferenza – aggiunge il presidente del Perugia -, sono stato male non tanto per quest’anno ma per lo scorso. Mi sono tappato le orecchie e ho cercato di lavorare a testa bassa per trasmettere serenità a dirigenti, allenatore e ai tanti ragazzi nuovi. Penso che tutti abbiamo meritato questa soddisfazione insieme a tifosi e città”.

E ancora: “Il Perugia non meritava la retrocessione lo scorso anno, ben venga il mio terzo campionato vinto. Qualcuno dice che sono il re della C e ne sono fiero perché nella vita è importante vincere. L’anno prossimo difenderemo la B con le unghie e con i denti”.

Infine la mano tesa alla curva Nord. “Non c’è mai cattiveria in una contestazione ma tanto dolore perché per i tifosi la squadra di calcio è uno dei beni più importanti della vita. Il tempo sistema tante cose, credo vada tutto dimenticato e per ripartire insieme”.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Se si pensa sempre alla salvezza…si rischia sempre…troppo direi….!!!

Andrea da Spoleto
Andrea da Spoleto
2 mesi fa

Ma non sarà meglio per il PERUGIA che Santopadre provi a trovarsi un SOCIO CHE Porti SOLDI freschi per un progetto futuro di andare in serie A ? Santopadre più di una modesta serie B non può fare da Solo, ormai è provato . Quando ci proverà ad andare in A ???

Neno da Spoleto
Neno da Spoleto
2 mesi fa

Si quest’anno è andata proprio bene !!! Fortuna compresa . Ora viene il difficile, sarà fondamentale scegliere chi può andarsene e chi comprare in che ruolo !! Vietato Sbagliare a Luglio per fare una squadra competitiva in B.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Speriamo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Bravo presibente ma se capitasse ….la a keben venga. Noi tifosi le faremo una statua…contanto attetto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

era ora bravo Presidente,,sbagliando si impara ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Giusto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Preside’…se non confermamo Caserta cominciamo subito male….veda de trova’ n’accordo!

Pippo
Pippo
2 mesi fa

Ma guarda che Caserta Gadda il contratto per altri due anni!!!

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
2 mesi fa

Ok. Basta liti basta recriminazioni. Basta vendette. Basta odio. Il Grifo è tornato a volare in serie B. Abbiamo vinto un campionato straordinario. Non ci posso ancora credere che siamo usciti subito dall inferno della serie c.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Concordo in pieno.
Prima di tutto difendere la categoria.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Bene. Profilo basso.

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da BiancoRosso - Il Personaggio