Resta in contatto

News

Grifo, il futuro di Elia si tinge ancora di biancorosso ma occhio alla clausola

Il Perugia ha esercitato l’opzione per l’acquisto a titolo definitivo per il jolly. All’Atalanta rimane comunque la possibilità del contro-riscatto se vorrà riportarlo a Bergamo

Giorno di certezze in casa Perugia. Fatto l’allenatore, con la firma di Alvini per un biennale, arriva anche la prima conferma tra i giocatori. Dopo che Elia lunedì non si era sbilanciato sul proprio futuro ma aveva comunque parlato da grifone, la società di Pian di Massiano non si è fatta prendere in contropiede.

Ecco che quindi gli uomini di Santopadre hanno esercitato l’opzione per l’acquisto a titolo definitivo del jolly. Il futuro di Elia si tinge ancora di biancorosso, con l’esterno che dovrebbe quindi disputare la prossima Serie B con il Grifo. Va usato il condizionale perché negli accordi che accompagnavano l’arrivo del classe 1999 in Umbria nella scorsa estate era inserita anche l’opzione di contro-riscatto da parte dell’Atalanta, che potrebbe decidere di riportarlo a Bergamo per tenerlo in nerazzurro o girarlo altrove. Intanto però una buona notizia: per ora il premiato Miglior Grifone della cavalcata verso la B potrebbe rimanere a Perugia.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo
Paolo
1 mese fa

C è da dire che all Atalanta hanno tanti ragazzi forti, riprendere Elia sborsando soldi quest anno poi che cercano ancora più raffozzarsi, per girarlo al Benevento che mira alla A ove Elia troverebbe solo Caserta che lo protegge, è un rischio, se Elia fallisse perde di valore Qui è amato, è il duo ambiente e se noi fossimo da strategie marketing , potremmo poi rivenderlo magari alla stessa Atalanra finita la maturazione in 1 o 2 anni

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
1 mese fa

Perugia è una piazza difficile lo sapete perché?? Perché siamo come i nobili decaduti. Ancora viviamo nel ricordo del passato. Passato che è finito per sempre. Santopadre non va bene?? Ok. Bene. Ma perché si fanno avanti soltanto Sedicenti cordate di sedicenti investitori!?

Paolo
Paolo
1 mese fa

Da sempre lo dico, viviamo di ricordi credendoci i dei invece che caderci nella realtà

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Bene

Astorre
Astorre
1 mese fa

Voglio far notare che il Santa Giuliana restò operativo dal 1937 al 1975 ovvero 38 anni.
Questo attuale è operativo dal 1975 ovvero da ben 46 anni.

Rolando
Rolando
1 mese fa

Vigorito finirno i progiutti ta sorbo

Razi
Razi
1 mese fa

Tutto come da accordi. L’atalanta eserciterá il controriscatto per dare una sorta di premio valorizzazione (4 soldi) a santopadre. Scordiamoci Elia. Forse arriva Lunetta, sempre atalanta, sempre esterno alto

Roberto
Roberto
1 mese fa

Magari! Lascialo perde quello…

Peter
Peter
1 mese fa

Tempo per Caserta di sedersi con il presidente Vigorito e il giorno dopo l’Atalanta esercita diritto di controriscatto per girarlo al Benevento. Purtroppo!

Giancarlo Ribeca
Giancarlo Ribeca
1 mese fa

Speriamo che Elia rimane….a Perugia sei come casa tua…..ti vogliamo tutti bene….sei fortissimo…..

Fettu
Fettu
1 mese fa

QUESTO È DETERMINANTE PUNTO DI OTTIMA PARTENZA!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Sarebbe un ottimo acquisto .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

??????????????????♥️

Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da News