Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Grifo, lo stallo può durare anche fino al 7 luglio

Dai quotidiani locali: arrivano i passaggi decisivi per la riammissione ma un primo parere negativo allungherebbe i tempi di attesa. La Covisoc darà la direzione, possibile il ricorso al Collegio di Garanzia

Il Perugia è letteralmente paralizzato e nulla potrà cambiare in questo senso fino a quando non si sarà almeno presa una direzione. Finalmente dovremmo esserci, considerando che per venerdì è atteso il parere vincolante della Covisoc, organo di vigilanza della Figc che si esprimerà unitamente alla Commissione Infrastrutture relativamente alle domande di iscrizione al campionato di serie B e dunque anche a quelle di Lecco e Reggina che tengono in sospeso Brescia e Perugia, prima e seconda aventi diritto alla riammissione.

Lo ricordano i quotidiani locali, Il Messaggero, La Nazione ed Il Corriere dell’Umbria. Osservando i casi in punta di diritto (sportivo) non dovrebbero esserci dubbi sul mancato accoglimento di entrambe le domande, mancanti della documentazione sullo stadio l’una e di un pagamento da 750mila euro l’altra, che hanno dunque sforato inequivocabilmente i termini perentori. Ma l’evidente volontà politica dei vertici del Calcio di salvare il Lecco attraverso l’accoglimento tout-court di una domanda carente (dalla famosa pec in ritardo al mancato sopralluogo) non lascia tranquillo chi come il Perugia ha invece rispettato in pieno i termini del regolamento e delle Noif. Una assurdità.

Se le domande di Lecco e Reggina dovessero essere respinte, i due club farebbero immediato ricorso (entro il 5 luglio) al Collegio di Garanzia dello sport, unico grado del giudizio sportivo previsto sulle iscrizioni, che esprimerebbe un verdetto nella mattinata del 7, a poche ore di distanza dal Consiglio federale che varerà gli organici dei campionati. Qualora invece le domande della Reggina o/e del Lecco venissero avallate dal parere della Covisoc, sarebbe il Perugia a fare immediato ricorso al Collegio di garanzia dello Sport. Insomma, dal parere della Covisoc il Perugia riuscirà a comprendere soprattutto l’aria che tira in merito alla riammissione ma non potrà ancora avere ancora certezze e dare dunque il via al progetto sportivo per una B o una C, destinato invece ad attendere almeno fino al 7 luglio quando (a quel punto sì) partirebbe nonostante la possibilità di ulteriori passaggi nei tribunali amministrativi (Tar del Lazio e Consiglio di Stato).

Subscribe
Notificami
guest

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Risultati della 29esima giornata e situazione di classifica alla vigilia di altre due gare ravvicinate...
Da Il Messaggero - Dai rimpianti con Pontedera e Rimini ai ko di Vercelli e...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...