Resta in contatto

Amarcord

Amelia, ricordi da ex: “Che emozioni sotto la Nord”

marco amelia

L’ex portiere, che ha trascorso in Umbria pochi mesi ed ora allena la Lupa Roma, ha parlato a UmbriaTv dopo l’amichevole di Leonessa.

“Di Perugia ho un ricordo stupendo – ha detto Marco Amelia a UmbriaTV nel post partita di mercoledì pomeriggio – ho passato solo pochi mesi, praticamente non giocando mai, eppure quello che successe alla fine del match contro il Pescara rimarrà uno dei ricordi più belli della mia carriera: avevamo perso in casa l’occasione di poterci giocare la Serie A ma quel lungo applauso della Curva Nord mi è rimasto nel cuore, quel pubblico è stato veramente speciale. Indimenticabile. Sono tornato al Curi anche da avversario – continua Amelia nell’intervista pubblicata da GrifoTube – eppure i tifosi anche in quell’occasione mi riservarono solo applausi, li ringrazio ancora perché queste cose non si dimenticano. Nesta? È stato un grande compagno è un grandissimo campione. Se ha deciso di misurarsi da allenatore è perché sicuramente ha messo in campo tutte le sue competenze per farlo al meglio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Amarcord