Resta in contatto

Approfondimenti

Rimonta Citta, Cremo nel recupero: Grifo artefice del proprio destino

I risultati del pomeriggio di Serie B aumentano l’affollamento in zona play off, ma il punto conquistato del Perugia al Picco lascia tutto nelle mani di Nesta. Gli scenari.

Cittadella e Ascoli hanno pareggiato 2-2, la Cremonese ha battuto nel recupero il Foggia (1-0) con l’ex grifone Leali protagonista in negativo per una papera sul gol partita di Arini. Questi i risultati dei due match del pomeriggio di Serie B.

La classifica, in zona play off, è ancor più affollata. E il punto conquistato dal Grifo nella trasferta di ieri (gli highlitghs) al Picco è sempre più oro colato. Spezia 47 punti, Cittadella e Perugia 46, Cremonese 45 e Ascoli 43. A tre giornate dal termine della regular season la lotta per settimo e ottavo posto sembra ristretta a queste 5 formazioni.

Il Perugia, calendario alla mano, è artefice del proprio destino. Mercoledì primo maggio arriva al Curi il Cittadella ma agli scontri diretti si è aggiunto anche il match che chiude i conti, sempre in casa, l’11 maggio contro la Cremonese.

A prescindere dalla trasferta di Foggia (che sta nel mezzo) e da ciò che farà lo Spezia (Palermo, Crotone e Lecce), vincendo le due gare fra le mura amiche il Grifo sarebbe sicuro di un posto nei play off. Con 6 punti in più la squadra di Nesta salirebbe infatti a quota 52. Le due dirette rivali, perdendo al Curi, raccoglierebbero al massimo lo stesso bottino.

La Cremonese (ha la trasferta a Carpi e Brescia in casa) resterebbe dietro, il Cittadella (Verona in casa e trasferta a Palermo) avrebbe gli stessi punti ma sarebbe perdente negli scontri diretti (2-2 all’andata).

Con questo scenario ci sarebbe anche l’ipotesi di un arrivo di tre squadre a quota 52 se l’Ascoli dovesse fare bottino pieno nelle ultime tre giornate (Brescia, Palermo e Crotone). Se il Perugia dovesse ritrovarsi a fare calcoli nella “classifica avulsa” con i bianconeri e il Cittadella sarebbe comunque forte anche per la doppia vittoria contro i marchigiani.

Tirata una linea su numeri e incastri, se il Perugia di Nesta riesce a mettersi alle spalle il record negativo di 7 ko interni stagionali tornando a prendere possesso del Curi un posto nei play off sarebbe in cassaforte.

 

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "scusate l intrusione ma non si puo sentire che lisi non e un giocatore io sono di pisa e vi posso garantire che da noi a fatto la differenza forse..."

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Annoscorso la squadra mi dava affidamento soprattutto per in trasferta cosa che questAnno la vedi come una una squadretta da salvezzavsebza ambizione..."

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Approfondimenti